Gli ambiziosi piani di Hyundai: turbo, iniezione diretta, risparmio di peso e nuovi cambi automatici all'orizzonte

Hyundai Genesis

L'ossessione delle grandi case per la riduzione delle emissioni nocive sta dando come "effetto collaterale" tanti buoni frutti a livello di ricerca e affinamento tecnologico delle auto che guidiamo e guideremo: tutti i big mondiali vogliono fare la loro bella figura, e i coreani di Hyundai non si tireranno certo indietro.

Tra le novità che il gruppo Hyundai-Kia ha in serbo per i prossimi anni, figurano molte delle tematiche più sentite negli ultimi tempi, come l'alleggerimento delle vetture e la scelta del downsizing. Non mancheranno poi nuovi cambi automatici, anche a otto marce, e l'adozione dell'iniezione diretta.

In particolare, tutta la gamma sarà coinvolta nel processo di alleggerimento (la casa vuole scendere del 5% entro due anni rispetto al 2007) e nell'adozione di nuovi motori turbocompressi, mentre per quanto riguarda lo specifico dei segmenti, nei più bassi è programmata una larga diffusione di cambi automatici a sei rapporti, nei più alti l'arrivo di nuove unità a otto marce prodotti autonomamente. Con queste new entries al comparto trasmissioni andranno in pensione i cambi attuali, forniti da ZF e Aisin.

Hyundai Genesis
Hyundai Genesis
Hyundai Genesis

Il sistema di iniezione diretta arriverà nel 2010 sui 2.4 e 3.5 della casa, e verrà combinato con il turbo a partire dal 2011. Il processo di alleggerimento invece, gioverà dell'adozione di nuovi materiali come la plastica e l'alluminio per realizzare parti come portiere, tetto e cofani bagagli e motore.

Al momento la casa, come rivelato da Lee Hyun-Soon, responsabile ricerca e sviluppo del gruppo asiatico, non ha piani per un modello elettrico: troppo costose attualmente progettazione e produzione a fronte dei reali benefici.

Via | MotiveMag

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: