Bloodhound SSC a 1.600 km/h con i motori Rolls-Royce

Ok. Raggiungere e superare le 1.000 miglia orarie, cioè circa 1.600 km/h o Mach 1.4, con un’auto. E’ questo l’obiettivo che si sono posti gli ingegneri che hanno progettato la Bloodhound SSC e per farlo hanno deciso di sfruttare l’esperienza della Rolls-Royce nella produzione di motori jet.

Bloodhound SSC

E’ stata la stessa azienda motoristica britannica ad annunciare la propria decisione di sponsorizzare l’ambizioso tentativo. Per cercare di battere il record di velocità, oltre al sostegno tecnico e finanziario, la Rolls-Royce fornirà il motore EJ200 dell’Eurofighter Typhoon, che grazie anche al postbruciatore è in grado di scatenare una spinta di 90 kN o 20.000 lbf, per una potenza equivalente di 135.000 cv. I test inizieranno nei primi mesi del 2014.

I record più recenti sono stati ottenuti nel 1983 da Richard Noble, oggi direttore del progetto Bloodhound, raggiungendo la velocità di 633,047 miglia orarie, o 1.019 km/h. La Thrust SSC pilotata dal comandante Andy Green è ad oggi l’unica vettura ad aver superato nel 1997 la barriera del suono a terra, con un picco di velocità di 763,035 miglia orarie, o 1.227,986 km/h. I tempi sembrano ora maturi per un nuovo tentativo. Raggiungere le 1.000 miglia orarie forsa non sarà possibile, ma probabilmente sarà ottenuto un nuovo record.

Il programma Bloodhound SSC ha anche scopi educativi. Punta infatti a stimolare ingegneri, scienziati e matematici provenienti da 219 Paesi, quelli nei quali il progetto è seguito attivamente.

Bloodhound SSC
Bloodhound SSC
Bloodhound SSC
Bloodhound SSC
Bloodhound SSC
Bloodhound SSC

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: