Saab punita in Australia per pubblicità ingannevole

Saab 9-4X BioPower

Vicenda non certo piacevole quella che ha visto la casa svedese Saab al centro di un caso di pubblicità ingannevole in Australia: il costruttore di Trollhattan aveva avviato una campagna promozionale che puntava l'accento sul suo grande rispetto per l'ambiente, ma i dati di cui si faceva menzione si sono poi rivelati falsi.

Nella campagna pubblicitaria, che riguardava l'intera gamma venduta in Australia, si sosteneva che "per ogni Saab venduta, il bilancio di CO2 è neutrale", grazie alla lodevole iniziativa degli scandinavi di piantare 17 alberi per ogni esemplare immatricolato. Iniziativa lodevole sì, ma pubblicizzata in modo erroneo, dato che le piante bastavano a bilanciare la CO2 emessa in un anno, e non quella prodotta nell'intera vita del veicolo!

Per questo motivo, le autorità australiane che vigilano sulla pubblicità hanno portato in tribunale la compagnia madre, General Motors, riuscendo a dimostrare come la campagna fosse effettivamente "ingannevole". Il risultato è che GM si è impegnata a piantare la bellezza di 12.500 alberi, ossia la "differenza" necessaria a bilanciare la CO2 emessa durante tutta la vita (stimata) delle Saab vendute nel periodo in cui era in svolgimento la campagna.

Via | Autoblog.com

  • shares
  • Mail
32 commenti Aggiorna
Ordina: