Skoda: i piani per i prossimi anni

Skoda Superb

Fino a qualche anno fa il marchio Skoda è stato identificato con auto che avevano poco da offrire al di là di un prezzo competitivo. L'ingresso nell'orbita-Volkswagen, ha portato senza dubbio un'iniezione di qualità e tecnologia superiori al passato lasciato alle spalle. Ora, una volta consolidata l'immagine di marchio "affidabile" e "robusto", è giunto il momento di allargare gli orizzonti.

L'obiettivo è quello di raddoppiare la gamma entro tre anni: oggi i cechi possono contare su Fabia, Octavia, Superb e Roomster, ma entro il 2011 saranno arrivate una citycar, una piccola quattro porte, la crossover Yeti ed un monovolume con sette posti. Per prima -se escludiamo il restyling della Octavia che vedremo a Parigi- arriverà proprio l'inedita soft-roader, che sarà svelata a Ginevra 2009 e raggiungerà i mercati nell'autunno, mantenendo un aspetto simile a quello della concept e una meccanica basata su quella di Polo e Golf.

La Yeti non sarà costruita sfruttando le parti della Tiguan per contenere i costi. Si sa inoltre che verrà offerta sia come trazione anteriore che come trazione integrale e che disporrà di motori che andranno da 105 a 160 CV.

Dopo il crossover, sarà la volta della berlina, un modello fabbricato in Cina che molto avrà in comune con la Jetta e che probabilmente sarà destinato ai soli mercati emergenti. L'anno successivo, il 2010, sarà invece quello della Superb Wagon e di una monovolume di classe media imparentata con la Touran, mentre per il 2011 è attesa la versione ceca della Up!, che sarà ancora più conveniente del modello originale.

Insomma, dopo il record di 630.000 unità vendute nel 2007 e il +18% messo a segno nella prima metà del 2008, Skoda sembra non volersi fermare più...

Via | Car

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: