GP Spagna F1: Dichiarazioni prima della gara

GP Spagna F1, le dichiarazioni dei piloti e dei team, con Ferrari che spera nella gara, ma non si ritiene soddisfatta della qualifica.

GP Spagna F1 Fernando Alonso

Dopo la deludente qualifica delle Ferrari al GP di Spagna di F1, gli uomini del Cavallino Rampante hanno commentato il quinto posto di Fernando Alonso ed il sesto di Felipe Massa, che però è stato penalizzato di 3 posizioni sulla griglia di partenza dopo aver ostacolato Mark Webber in un giro lanciato nella Q2. Per quanto riguarda la gara, vi ricordiamo che potrete seguirla in diretta live sulle nostre pagine, dove pubblicheremo aggiornamenti immediati su quello che accadrà durante il GP di Spagna di Formula 1.

Luca Cordero di Montezemolo si aspettava qualcosa di meglio dalle qualifiche, ma è perfettamente conscio che Ferrari quest'anno debba migliorare notevolmente in qualifica, pur essendovi distacchi ridottissimi tra le prime vetture, aggiungendo poi:

Io sono soddisfatto della simulazione della gara e del fatto che Fernando parta dalla parte pulita del tracciato: c’è un rettilineo molto lungo, credo che se fa una buona partenza vada bene, la gara è lunga. Speravo in qualcosa di meglio, però siamo in una buona posizione per la gara e soprattutto conto molto su quello che abbiamo visto, di consumare poco le gomme

Fernando Alonso invece si è definito molto tranquillo, con la qualifica che è sempre il punto dove Ferrari soffre di più, con la domenica che è sempre il punto di forza della Scuderia. Essere quinti sulla parte pulita è poi la posizione meritata, aggiunge lo spagnolo, sostnendo che il potenziale di Ferrari nelle qualifiche è questo. Fernando Alonso si è poi definito fiducioso per la gara, con dei buoni tempi sul passo gara fatti segnare nelle libere che potrebbero far sperare ad un buon risultato nel GP di Spagna di F1.

Stefano Domenicali, Team Principal di Ferrari, non ha fatto trasparire la sua delusione per le qualifiche, limitandosi a rimandare i commenti a dopo la gara:

Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? Lo vedremo domani. È chiaro che abbiamo visto le Mercedes molto forti nel giro secco, quindi complimenti a loro, poi tutto molto vicino. Poi, ripeto, sarà domani dove valuteremo il bicchiere come dobbiamo considerarlo, quindi ci concentriamo bene. Domani sarà un altro giorno

Nico Rosberg della Mercedes, si è definito molto soddisfatto della sua pole position, la seconda di fila in questa stagione. Il tedesco si è definito anche un po' sorpreso del suo tempo e che ora bisogna sfruttare al massimo questo piazzamento in ottica gara, dove Mercedes ha ancora qualche piccolo problemino che i tecnici stanno cercando di risolvere.

Paul Hembery, Direttore di Pirelli Motorsport, ha poi commentato le qualifiche dal punto di vista della strategia degli pneumatici:

A causa della pioggia di ieri, le squadre hanno avuto poco tempo per preparasi alle qualifiche. Per cui c’erano ancora dei punti di domanda oggi. Come previsto, abbiamo assistito a una costante evoluzione della pista: il tempo della pole quest’anno è stato il più veloce da quando siamo rientrati in Formula 1, nel 2011. Le squadre hanno trovato subito grip con la nostra ultima evoluzione del P Zero Orange hard, il che dovrebbe consentire di mantenere più facilmente le coperture nel loro working range ottimale e permettere, così, di utilizzare una più ampia varietà di strategie.

Il circuito di Barcellona è abbastanza impegnativo per le gomme, a causa dell’elevato livello di energia laterale scaricato sulle coperture, della superficie abbastanza abrasiva e delle alte temperature. Come per lo scorso anno, domani ci aspettiamo una gara a tre pit stop. Il Gran Premio di Spagna è sempre stato vinto da chi è partito nelle prime file, quindi sarà interessante vedere se qualcuno tra i piloti sarà in grado di invertire questa tendenza grazie alle strategie di gara.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail