Crollo del mercato inglese ad agosto: -18,6% in un anno

uk flag Mal comune, ma niente gaudio: il mercato dell'auto inglese è malato come quello italiano. Il mese di agosto appena conclusosi ha visto un vero e proprio tonfo rispetto allo stesso periodo del 2007, avendo segnato un calo del 18,6% sulle immatricolazioni di auto nuove.

Ma quello che più colpisce è che l'ultimo risultato mensile è stato il peggiore degli ultimi 40 anni (!) per la Gran Bretagna. Di condizioni così gravi finora, avevamo parlato solo a proposito degli Stati Uniti, e il fatto che un simile segnale provenga da un paese dell'Europa Occidentale non ci rasserena affatto: mal comune, niente gaudio, proprio come dicevamo più sopra.

Nel dettaglio, ad agosto 2008 sono state immatricolate solamente 63.225 auto nuove nel Regno Unito, un dato negativo che non si spiega certo con la sola attenuante del periodo "morto" rappresentato dal mese estivo.

Contrazione, ma anche trasformazione per il mercato inglese, che pure sotto questo profilo è allineato agli altri grossi bacini europei nel trend. Gli automobilisti d'Oltremanica badano sempre più alle emissioni e ai consumi delle auto che comprano, e la domanda di auto nuove rispecchia le esigenze del pubblico: in un anno le vendite di utilitarie sono raddoppiate e il segmento A, quello delle citycar è cresciuto del 33,8%.

Via | WhatCar

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: