Nissan si prepara per le ibride plug-in

infiniti g35 hybrid

Il plotone delle case pronte a scaldare i motori (espressione mai fuori luogo come in questo caso) per il boom delle ibride, e in particolare per l'arrivo della generazione di ibride plug-in, si fa sempre più nutrito: entro i prossimi due anni, stando alle previsioni attuali, c'è da aspettarsi una vera invasione di questo tipo di mezzi.

In un'intervista rilasciata all'Associated Press, il portavoce Nissan Mitsuru Yonekawa, ha infatti rivelato che la casa nipponica ha già avviato i collaudi dei suoi primi prototipi ibridi plug-in, e che attualmente è al vaglio la possibilità di produrli presto in serie.

Sottolineando come con il trend costantemente crescente dei prezzi dei carburanti non ci siano alternative alla produzione di auto più "fuel-efficient", Yonekawa ha poi eluso domande più particolari sulla tecnologia che Nissan sta sviluppando al momento.

Lo scorso mese la casa ha presentato il suo sistema di propulsione ibrida su una Infiniti G35: l'unità è dotata di due frizioni che la collegano a monte al motore termico e a valle alla trasmissione e sarà messa in produzione nel 2010. Il divario con Toyota però e ancora molto molto ampio: i collaudi infatti hanno finora messo in luce parecchie noie meccaniche.

Alcuni giornalisti invitati a provare i primi prototipi, si sono lamentati soprattutto di fastidiose e forti vibrazioni ogniqualvolta entrava in funzione il motore termico o il sistema di rigenerazione dell'energia dissipata in frenata.

Niente di irrisolvibile per i potenti mezzi delle case più avanzate, ma il significativo ritardo accumulato nei confronti di connazionali come Toyota o Mitsubishi, entrambi sulla strada dell'elettrico tout-court, potrebbe costare a Nissan una cospicua fetta di mercato.

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina: