Proseguono gli sviluppi dell'elettrica Pininfarina-Bollorè

Pininfarina Sintesi

I progetti per la "Blue Car", l'innovativa auto elettrica che sta nascendo dalla collaborazione tra Pinifarina e Bollorè proseguono: vengono dunque bollate come speculazioni senza fondo le voci secondo cui i lavori sarebbero andati in fumo dopo la recente tragica scomparsa di Andrea, amministratore delegato dell'azienda di famiglia.

Stando agli ultimi aggiornamenti invece, gli sviluppi procedono molto bene, tanto che la joint-venture che ha dato vita alla Blue Car conta di iniziare a raccogliere ordini già dall'estate del 2009. Ancora non sono chiari i dettagli relativi alla commercializzazione, dato che Pininfarina non possiede una propria rete di concessionarie.

I francesi di Bollorè, dal canto loro, si preparano alla produzione in serie delle avanzate batterie agli ioni di litio che equipaggeranno la Blue Car: una volta a regime, i laboratori con sede in Bretagna saranno in grado di sfornare 10.000 batterie l'anno. Ognuna di queste potrà contare su un'autonomia di 200 km e su una vita di 200.000 km. I tempi di ricarica sono invece di cinque ore per una carica completa, ma con soli cinque minuti si può disporre di 25 km di autonomia.

Pininfarina Sintesi
Pininfarina Sintesi
Pininfarina Sintesi

Le due aziende impegnate nella joint-venture paritaria hanno investito 150 milioni di euro per creare la Blue Car, che verrà immessa sul mercato ad un prezzo non inferiore ai 15.000 euro.

Via | GlobalMotors

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: