L'87% degli europei è a favore del taglio delle emissioni di CO2

Sondaggio TNS Opinion

Un sondaggio condotto nei cinque paesi più ricchi del Vecchio Continente, -Germania, Francia, Gran Bretagna, Italia, Spagna- ha messo in luce un chiaro orientamento riguardo il problema delle emissioni di anidride carbonica dalle automobili: l'87% degli intervistati infatti, si è detto favorevole ad un abbassamento dei limiti pari ad un -25% sugli attuali. Che tradotto in valore assoluto significherebbe il raggiungimento dei 120 g/km nel mirino della UE e negli incubi dei costruttori d'auto.

Il sondaggio, condotto dalla società TNS Opinion, si è basato su un campione di 5000 persone. Secondo il 46% degli intervistati, l'imposizione di limiti più stringenti è il modo migliore per ridurre le emissioni. Meno efficaci sarebbero gli incentivi statali (27%), e l'informazione sulle auto più parsimoniose e pulite (13%). Un 7% degli intervistati ha infine puntato su una quarta possibilità, ossia eventuali restrizioni all'uso dell'auto privata.

Gli automobilisti europei sono anche disposti a rincari dei listini pur di inquinare meno: il 10% accetterebbe rincari compresi tra l'1 ed il 5% per un modello che fosse un quarto meno inquinante di uno attuale di pari segmento, il 26% accetterebbe rincari tra il 6 ed il 10%, e addirittura il 21% degli intervistati ha dichiarato che pagherebbe anche l'11-20% in più. Solo 8 persone su 100 non gradirebbero ulteriori rincari dei listini.

Sondaggio TNS Opinion
Sondaggio TNS Opinion

Il 72% degli intervistati ha poi affermato che la crescita del prezzo dei carburanti ha chiaramente influito sul proprio bilancio familiare, mentre il 64% ha concluso che se si spendesse meno in carburanti, sarebbe l'economia della propria nazione d'appartenenza a trarre giovamento, dato che il denaro risparmiato dai consumatori potrebbe essere speso in altri beni e servizi.

Ultima domanda del sondaggio riguardava i criteri di scelta dell'auto, escluso quello del prezzo: il 64% tiene l'occhio sui dati di consumo e solo il 37% è più attento alla sicurezza.

Via | GreenCarCongress

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: