F1 Bahrain: dichiarazioni di Domenicali, Alonso e Massa

Il Gran Premio del Bahrain di Formula 1 2013 ha visto la seconda vittoria stagionale di Sebastian Vettel, con numerosi problemi alle Ferrari, con Fernando Alonso penalizzato da un malfunzionamento al DRS, che lo ha costretto a chiudere in ottava posizione, e Felipe Massa protagonista di alcuni problemi alle gomme con conseguenti forature che lo hanno relegato in quindicesima posizione.

Fernando Alonso GP Bahrain 2013

Fernando Alonso è stato comunque protagonista di una gara esemplare, tutta in recupero rincorrendo gli avversari pur non avendo la sua Ferrari nelle condizioni migliori. Proprio lo spagnolo ha commentato a fine gara:


È stata una gara difficile, non so se buona o non buona, sicuramente difficile, perché abbiamo avuto il problema, poi quando sei in gruppo e non puoi aprire il DRS i sorpassi diventano quasi impossibili. Molta sfortuna ancora: in Malesia c’era la questione se fosse sfortuna o errore, qui penso che non ci saranno più quelli che dicono che c’è un errore. È la prima volta che succede in tre anni di DRS ed è successo la domenica della gara.

ed ha poi aggiunto parlando della Red Bull, velocissima in gara nonostante libere e qualifiche al di sotto della Ferrari:

Non ho visto la Red Bull, solo ho trovato Webber adesso alla fine della gara, quindi non so esattamente Vettel cosa ha fatto, però quando hai pista libera, senza nessun attacco né alcune pressione, è molto facile tenere le gomme. È successo a noi in Cina, quindi sicuramente con noi lì davanti la gara sarebbe stata più difficile

L'altro ferrarista, Felipe Massa, è stato protagonista di una gara davvero sfortunatissima, con due forature che lo hanno costretto a delle soste anticipate ai box che gli hanno rovinato la gara. Il brasiliano ha commentato, ancora all'oscuro delle cause che hanno portato alla foratura degli pneumatici:

No, ancora no, non so cosa è successo. Le due volte il feel era uguale, iniziava a vibrare la macchina, a un certo momento guardavo e la gomma era distrutta, quindi di quello che è successo non ne ho idea. Però due forature di fila, in una gara, è veramente troppo. Forse detriti sulla pista, però di contatti non ne ho sentiti. Se qualcuno mi ha toccato, non ho neanche visto né sentito, però non sono sicuro che è stato un contatto.

Felipe Massa ha poi aggiunto parlando del contatto a inizio gara con Adrian Sutil che ha rovinato una bandella dell'alettone anteriore della Ferrari del brasiliano:

Sì, ci siamo toccati, però il primo stint la macchina era molto sottosterzo, non so se qualcosa nella mia macchina era rotto, però si poteva andare fino alla fine. Non penso che fosse quello il problema, il mio problema della gara è stata la foratura delle gomme.

Proprio riguardo alle forature di Felipe Massa, Paul Hembery, responsabile Motorsport Pirelli, ha poi aggiunto:

È stato veramente sfortunato. Nella prima ha tagliato proprio la prima cintura, che è una parta della gomma molta robusta. La seconda io non l’ho vista, ma via radio mi hanno detto che c’è stato un altro taglio sul fianco, quindi in questo caso è stato veramente sfortunato.

Stefano Domenicali, Team Principal di Ferrari, ha poi concluso dando la sua visione globale di questo sfortunatissimo Gran Premio del Bahrain di Formula 1 2013:

È chiaro che non è stata una giornata positiva, perché con tutto quello che ci è successo il rammarico è proprio questo: di non aver raccolto i punti che ci meritavamo dal punto di vista della prestazione. È chiaro che quando parliamo per il problema di Fernando è un problema di affidabilità, che dobbiamo capire come mai è avvenuto. Però Fernando ha fatto una gara straordinaria, se non avesse avuto questo problema sarebbe stato là davanti, in maniera chiara e definita: si è visto dal passo che ha fatto, nonostante il problema dell’ala, non l’ha mai usata. Per Felipe, si è toccato alla prima curva, ha avuto due problemi alle posteriori, di più è difficile. Adesso, ripeto, il rammarico è di non aver raccolto i punti che la prestazione della macchina ci dava, però bisogna guardare avanti, bisogna girar pagina, stare calmi e riprendersi i punti che abbiamo lasciato per strada nelle prossime gare.

Passando dalla parte dei vincitori, Chris Horner, Team Principal della Red Bull si è complimentato con il lavoro eccellente della Scuderia e di Sebastian Vettel:


Sì, un lavoro davvero fantastico. È stata una gara controllata, un ottimo lavoro di squadra, abbiamo chiamato i pit stop nel modo giusto e una guida davvero sensazionale. Credo che sia stato sempre in controllo. È stata una vittoria molto chiara, è stato davvero ottimo per Vettel, ha fatto un lavoro fantastico, grande lavoro di squadra, grande controllo, performance fantastica.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: