Suzuki Authentics

La Suzuki Authentics debutta al salone di Shanghai (20-29 aprile) ed anticipa una berlina tre volumi di segmento C, rivolta al mercato cinese e disegnata per anticipare alcuni elementi stilistici della futura produzione. La Suzuki Authentics Concept si riconosce per un corpo vettura di natura sportiveggiante, aerodinamico e slanciato, i cui motivi potrebbero essere tradotti in serie: non è azzardato pensare che questa concept car possa suggerire l’aspetto della nuova Kizashi. L’azienda giapponese attribuisce risalto al passo lungo ed alla ridotta altezza, elementi necessari per restituire un’impronta dinamica ed accattivante.

La Suzuki Authentics sarà introdotta entro la fine del 2014 e verrà prodotta in Cina, su mandato della joint venture Chongqing Changan Suzuki Automobile Co., LTD. Questa berlina rappresenta uno fra i cardini della futura produzione, insieme alla nota SX-4 S-CROSS. Il rinnovato crossover misura 4.300 mm in lunghezza, 1.765 mm in larghezza ed 1.575 mm in altezza, ha un passo lungo 2.600 mm ed un vano bagagli ampio 430 litri. In fase di lancio sarà disponibile con due motori quattro cilindri da 1.6 litri, benzina e diesel, i cui valori di potenza e coppia restano al momento sconosciuti. Il benzina è abbinato ad una trasmissione manuale a 5 rapporti, il diesel ad un cambio manuale a 6 marce ed è inoltre disponibile un automatico CVT a sette marce con palette al volante, disponibile per il solo 1.6 diesel.

La trazione può essere anteriore o integrale, mentre le emissioni inquinanti oscillano fra 110 g/km e 136 g/km. Il 1.6 benzina trae origine dall’odierno M16A, si caratterizza per il minor peso ed è ottimizzato nelle frizioni; il 1.6 a gasolio utilizza invece una turbina a geometria variabile. Sarà in vendita dall’autunno e verrà prodotta nello stabilimento Suzuki ungherese.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: