Portogallo: accordo del governo con Renault-Nissan per la commercializzazione delle elettriche nel 2011

Il governo portoghese ha siglato oggi un accordo con Renault-Nissan indirizzato alla commercializzazione di veicoli elettrici zero-emission, destinati sia al settore privato sia a quello pubblico. L’obiettivo è quello di creare le condizioni per rendere le auto elettriche convenienti sul piano economico, in modo tale di attirare le simpatie dei consumatori. Tre saranno le aree


Il governo portoghese ha siglato oggi un accordo con Renault-Nissan indirizzato alla commercializzazione di veicoli elettrici zero-emission, destinati sia al settore privato sia a quello pubblico. L’obiettivo è quello di creare le condizioni per rendere le auto elettriche convenienti sul piano economico, in modo tale di attirare le simpatie dei consumatori.

Tre saranno le aree di intervento su cui opererà il paese iberico: lo studio (in collaborazione con il gruppo franco-nipponico) del mercato locale e delle sue richieste allo scopo di formulare l’offerta nei termini più adeguati; lo studio di infrastrutture e organizzazione di una rete di ricarica fittamente presente sul territorio nazionale; una campagna di sensibilizzazione sul tema della riduzione delle emissioni.

La diffusione massiccia di auto elettriche si avrà solo a partire dal 2011, e il paese lusitano sarà per i primi anni (proprio grazie a questa iniziativa “pilota”) un mercato leader mondiale per gli ZEV. L’accordo è stato firmato a Lisbona dal Primo Ministro José Sócrates e dal CEO di Renault-Nissan Carlos Ghosn, che ha dunque messo a segno un altro importante colpo per il futuro del Gruppo, a distanza di pochi mesi dagli analoghi accordi stretti con Shai Agassi e gli israeliani di Project Better Place.

Via | GreenCarCongress

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →