Lusomotor LM23: una Lotus del tempo che fu

Poliedrico, eclettico, visionario: questa volta, però, va per conto suo. Ernesto Freitas, designer portoghese già autore della Voisin e di un’ipotetica Ferrari Dino, sceglie di mettersi in proprio, “battezzando” l’inedito brand Luso Motors con la LM-23, due posti secchi dedicata al divertimento in pista. Come suggerisce il nome, fonte di ispirazione è la Lotus 23b,


Poliedrico, eclettico, visionario: questa volta, però, va per conto suo. Ernesto Freitas, designer portoghese già autore della Voisin e di un’ipotetica Ferrari Dino, sceglie di mettersi in proprio, “battezzando” l’inedito brand Luso Motors con la LM-23, due posti secchi dedicata al divertimento in pista.

Come suggerisce il nome, fonte di ispirazione è la Lotus 23b, modello da competizione degli anni ’60 con peso di 430 chili e motore 1.6 da 192 cavalli. La barchetta portoghese, ancora più magra –soli 400 chili –, viene equipaggiata con un propulsore motociclistico 1.0 da 150 puledri: l’accoppiata carbonio/fibra di vetro con i quattro cilindri di provenienza Honda Cbr viene magnificata dal cambio sequenziale a sei rapporti.

Lusomotor LM23
Lusomotor LM23
Lusomotor LM23

Lusomotor LM23
Lusomotor LM23
Lusomotor LM23

Nonostante il prezzo di soli 23.000 Euro (motore escluso), Freitas ha intenzione di allargare la gamma: motori boxer di origine Subaru con piattaforma, sempre proveniente dalla Pleiadi, adattata per il passaggio da trazione integrale a posteriore.

Via | Motorauthority

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Annunci

Annunci, presentazione di nuovi modelli.

Tutto su Annunci →