Prezzo benzina in Svizzera a 4 Euro al litro?

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un frenetico aumento del prezzo della benzina ed in generale di tutti i carburanti. La verde ha raggiunto e superato la quota psicologica di 2 Euro al litro per via delle tante tasse ed accise imposte dalle amministrazioni per cercare di fare un po’ di cassa a spese degli automobilisti che non possono rinunciare a prendere l’auto per i propri spostamenti quotidiani. Questo potrebbe non essere stato nulla, almeno a leggere quello che sta per accadere in Svizzera.

EconomieSuisse è l’equivalente di Confindustria nel Paese alpino. Il suo presidente Rudolph Wehrli, si legge su Repubblica, ha fatto una proposta choc: portare il prezzo della benzina e del gasolio a 4 Euro al litro per far diventare l’auto privata un vero e proprio bene di lusso. Una misura che si aggiungerebbe a quella già presa dal governo che ha portato il bollo per la circolazione in autostrada da 40 a 100 franchi l’anno, cioè circa 80 Euro.

Come facilmente prevedibile questa idea ha scatenato molte polemiche nel Paese, soprattutto perché a promuoverla non è stata qualche associazione ambientalista, ma il primo rappresentante degli industriali svizzeri. «Oggi – ha affermato Wehrli citato dalla stessa fonte – noi ci possiamo permettere di comportarci in modo poco ecologico, perché è conveniente. Portiamo il prezzo della benzina a 5 franchi e le cose cambieranno. Il traffico stradale deve essere in grado di pagare i propri costi».

Immediata la risposta dell’Unione Svizzera delle Arti e Mestieri attraverso il suo presidente, Hans-Ulrich Bigler: «Sembra che Wehrli si sia piegato alle logiche dei Verdi più estremisti». Ma la dichiarazione del leader di EconomieSuisse non è un fulmine a ciel sereno. C’è chi, come il professore del Politecnico di Zurigo Toni Gunziger, va anche oltre: «Guidare un'auto dovrebbe essere un lusso assoluto […] Il prezzo della benzina dovrebbe aggirarsi tra i 10 ed i 12 franchi».

Follia o no un’iniziativa del genere potrebbe rientrare nei piani del Ministro delle Finanze Eveline Widmer-Shlumpf, che dovrà presentare un programma per far uscire la Svizzera dal nucleare in modo sostenibile a partire dal 2034. In quest’ambito l’idea di portare il costo del carburante a 5 franchi, cioè 4 Euro, sarebbe una scelta perfettamente logica. Una cosa è certa: finiranno le code al confine da parte degli italiani frontalieri abituati a fare il pieno a buon mercato in Svizzera.

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
51 commenti Aggiorna
Ordina: