Mercato europeo a maggio: – 7,8%. Fiat galleggia

Ancora nessun segnale di ripresa, ancora segni meno e numeri negativi: verrebbe quasi da dire “si salvi chi può”. Nel mese di maggio, le immatricolazioni europee hanno accusato un calo del 7,8% a 1,33 milioni di unità, con un passivo dello 0,7% (6,92 milioni di vetture) nel computo dei primi cinque mesi. Non bastasse la

Ancora nessun segnale di ripresa, ancora segni meno e numeri negativi: verrebbe quasi da dire “si salvi chi può”. Nel mese di maggio, le immatricolazioni europee hanno accusato un calo del 7,8% a 1,33 milioni di unità, con un passivo dello 0,7% (6,92 milioni di vetture) nel computo dei primi cinque mesi. Non bastasse la perdurante e fosca crisi economica, l’Acea riconosce nel giorno lavorativo in meno una parziale causa della flessione.

Fra i singoli mercati spicca l’aumento della Francia (+7%), mentre Spagna e Italia (rispettivamente –24,2 e 17,6 punti percentuali) accusano contrazioni in doppia cifra. Germania (-6,2%) e Regno Unito (-3,5%) diminuiscono con un ritmo inferiore alla media europea.

Fra i grandi gruppi l’unica a sorridere (seppur a denti stretti) è Fiat, in leggero calo ma supportata dal mercato “domestico” nel veder aumentata la propria quota di penetrazione (dall’8,2 all’8,5%). Male Volkswagen (-8,1%), e PSA (-7,95), malissimo Toyota, addirittura capace di retrocedere di 21 punti percentuali.

Via | Il Sole 24 Ore (Grazie a Gnovis e bibo per la segnalazione)

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Dati vendita automobili

Sono lontanissimi gli anni in cui nel nostro paese si immatricolavano quasi 2.5 milioni di automobili nuove. Era un periodo di benessere, di tranquillità economica, durante il quale nessuno prestava troppa attenzione ad un settore che da lì a [...]

Tutto su Dati vendita automobili →