Fiat-Group: continua spedito il rilancio

Lancia Delta

Continua senza sosta l’opera di risanamento ed espansione del gruppo FIAT. Dopo i successi di Panda,500 e Bravo ed il lancio di importanti modelli come la Mi.To. e la Delta, il gruppo italiano si prepara a sbarcare in America con i suoi prodotti e mira ad allargare ulteriormente la sua presenza nei mercati esteri nonché ad offrire una gamma di autovetture sempre più ampia. Ecco, in sintesi, le ultimissime novità e speranze sulle strategie di Fiat-Group.

L’auto più chiacchierata di questi giorni è sicuramente la nuova Lancia Delta, che sta facendo discutere molto per le sue linee ma che sembra accontentare tutti per quanto riguarda la meccanica e gli interni. "E' una prima fase del risanamento del marchio Lancia" ha affermato l'amministratore delegato del gruppo Fiat, Sergio Marchionne, riferendosi alla nuova auto di casa Lancia; e ha poi aggiunto: "Si tratta di un passo avanti eccezionale per l'allargamento della gamma dei prodotti. L'anno prossimo, uscirà una nuova Ypsilon. Continuiamo ad allargare la gamma: ora ne abbiamo una ideale per affrontare il mercato".

Lancia Delta
Lancia Delta
Lancia Delta

Anche Olivier Francois non ha dubbi sul futuro del brand: il Ceo Lancia sostiene che è iniziata una nuova era che segnerà un rilancio commerciale, di immagine e di credibilità a livello internazionale. E secondo lui, “il motore della nuova Lancia sarà la differenza; la differenza rappresentata da questa Delta” che sta per inserirsi nel segmento di mercato più importante e combattuto d’Europa. La vettura quindi si prefigura come “il cavallo di battaglia” del "riposizionamento Lancia" che è già cominciato da qualche tempo.

Che la metamorfosi del brand sia in atto lo dimostrano i numeri: ora sono ben 611 nel mondo (+185) i concessionari Lancia. E presto la casa italiana entrerà in molti nuovi mercati; come quello inglese. Le vendite di Ypsilon e Musa inoltre sono state negli anni consolidate e non hanno subito alcuna penalizzazione dalla maturità commerciale raggiunta: il 2007 in termini di vendite è stato chiuso ad un +5% e nei primi 5 mesi del 2008 i due modelli in Italia hanno conquistato la leadership dei rispettivi segmenti. Ma ancora più significativa è la crescita delle vendite Lancia registrata all’estero:+76% in Spagna, +49% in Belgio e +37% in Francia. Cifre destinate a crescere con l’avvento della nuova Hatcback che, la casa punta a vendere in circa 70.000 unità annue.

Lancia Delta
Lancia Delta
Lancia Delta

Dal prossimo anno è inoltre previsto l’arrivo della nuova generazione della “best-seller” Ypsilon che, per la prima volta, sarà anche disponibile con carrozzeria a 5 porte. Fra i progetti in fase di studio si parla pure di una vettura a cavallo fra i segmenti B e C, mentre si fanno insistenti le voci sul ritorno di una piccola sportiva come la Fulvia e l'Aurelia. Rimane tuttavia una certezza che fra il 2009 ed il 2012 Lancia presenterà almeno un nuovo modello ogni anno.

Ottime notizia per il Lingotto anche dalla Germania, la più importante piazza del vecchio continente, dove il gruppo automobilistico italiano continua a rosicchiare quote di mercato. Nel mese di maggio, Fiat ha immatricolato 8.545 vetture, registrando una crescita del 23,6% ed una quota del 3.1% del mercato. In crescita pure le immatricolazioni Lancia: 317 a maggio (+71,4%) e 1.536 nel periodo gennaio-maggio (+28,5%) per una quota di mercato pari allo 0,1%. Meno positive le notizie per l'Alfa Romeo, che ha segnato un calo del 25,8% a 599 unità nel 5° mese del 2008 e del 56,4% a 2.345 unità da inizio anno. Tuttavia stanno arrivando la nuova Mi.To. , il restyling della 159 e, il prossimo anno, la nuova 149 : ciò fa ben sperare per una ripresa nell’importante bacino tedesco.

Alfa Romeo Mi.To
Alfa Romeo Mi.To
Alfa Romeo Mi.To

Continua invece senza sosta la rinascita di Fiat che punta all’espansione in molti nuovi mercati e si prepara a far debuttare modelli cardine del marchio come la Bravo e la Linea in mercati come quello cileno, indiano e cinese. La 500 arriverà presto negli States: Marchionne, infatti, auspica lo sbarco della piccola di casa Fiat in Usa il prima possibile. 'Spero di portargliela il piu' velocemente possibile - ha detto l’amministratore delegato, che ha poi aggiunto - stiamo studiando modi e tempi per produrla in America nell'area Nafta”. Inoltre il gruppo Fiat e Sollers (ex Severstal Auto) hanno firmato oggi due contratti master per la creazione di due joint venture: una per la produzione e distribuzione di vetture Fiat in Russia e l'altra per la produzione di motori diesel F1A di Fiat Powertrain Technologies (FPT).

Grazie a nostri lettori "a1","Miky Ferrarista" , "loris83"e "Gnovis" per le segnalazioni.

  • shares
  • Mail
295 commenti Aggiorna
Ordina: