Ronn Motor Company Scorpion: la nuova frontiera dell'idrogeno

Ronn Motor Company Scorpion

L’idea alla sua base è quantomeno innovativa: miscelare l’idrogeno con la benzina. Il tutto partendo da un propulsore di origine Acura, trasformato da due turbo, con cucita attorno una carrozzeria leggera: i consumi, sbalorditivi, saranno da vettura media diesel. Il progetto della Scorpion, supercar disegnata e progettata dalla texana Ronn Motor Company, è ancora in forma digitale, anche se, considerata la portata della sua innovazione, non faticherà (si spera) a trovare un investitore disposto a credere in lei.

La sua relativa semplicità le permette di abbandonare le fuel cells, con l’idrogeno fornito da un sistema Hydrorunner: è sufficiente una tanica d’acqua a bordo ed un processo chimico ancora segreto per ottenere un consumo medio di circa 17 km/l. Il propulsore V6 3.5 passa dai 289 cavalli della versione “stock” ai 450 dell’attuale configurazione biturbo: 3.5 secondi per toccare i cento con una velocità massima di 320 km/h completano la sua carta d’identità. Il tutto senza dimenticarsi la dinamica di guida. Sospensioni indipendenti derivate da un’auto da Indy, carrozzeria in fibra di carbonio e passo generoso (2.67m): i 950 kg di peso complessivo paiono impensabili a fronte di tutta questa tecnologia.

Ronn Motor Company Scorpion
Ronn Motor Company Scorpion

Via | World Car Fans

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: