Eleganza e temperamento: bentornata Lancia

Centro Stile Lancia

Riproporre l’eleganza del marchio introducendo un elemento giovanile, accattivante: insomma, eleganza e temperamento, “motto” coniato per accompagnare la definitiva fase di rilancio del marchio Lancia, Bella Addormentata ancora alla ricerca del Principe Azzurro. Primo passo: lo stile. Il secondo: la strategia di marketing.

In attesa del debutto alla stampa fissato per i primi giorni di giugno, lo staff Lancia ha organizzato un incontro allo stabilimento Mirafiori (Torino) con alcuni rappresentati di varie realtà “virtuali”, siti e forum che siano, per la presentazione della nuova Delta: noi c’eravamo.

La giornata, trascorsa in un clima rilassato e informale, ha avuto come preambolo una panoramica sulla gamma attuale e sulle nuove campagne pubblicitarie, prima di concentrarsi sul prodotto Delta da un punto di vista contenutistico ed emotivo.

Centro Stile Lancia
Centro Stile Lancia
Centro Stile Lancia

Lancia Phedra Restyling
Lancia Musa Restyling
Lancia Ypsilon Sport Momo Design

Ypsilon vede aumentare la propria quota di mercato - stabile all’8% nel 2006 e 2007, in crescita all’8.2% nell’anno corrente -, confermandosi come modello leader in Italia fra le sole tre porte; Musa, monovolume compatta più venduta nel nostro paese, mostra la duttilità necessaria per opporsi a Meriva e Classe A, modelli agli antipodi nello stesso segmento. Phedra, invece, scala una posizione rilanciandosi come quarta MPV di grandi dimensioni. Per tutte e tre, ovviamente, l’età non gioca a favore.

Ginevra live 2008: ecco la Lancia Delta!
Ginevra live 2008: ecco la Lancia Delta!
Ginevra live 2008: ecco la Lancia Delta!

Ma eccoci alla lunga parentesi sulla debuttante. Maurizio Spagnulo, Comunication Director del brand, “mira” subito al cuore: “Pochi lo ricorderanno, ma la prima Delta, quella del 1911, fu una delle prime auto a portare al debutto le sospensioni indipendenti e il telaio autoportante: vorremmo pertanto riproporre l’heritage insito nel marchio con valori moderni. Non possiamo prescindere da questa associazione”.

Terminata l’esauriente anticipazione, spazio alle domande, ai dubbi da fugare. “Abbiamo scelto di riproporre il nome Delta – spiega Spagnulo – ben sapendo che sarebbe stata una pesante eredità; d’altro canto, evocare un glorioso prodotto del passato porterà indubbi benefici sui mercati esteri, quelli in cui si deve accedere la miccia per suscitare curiosità”.

Ginevra live 2008: ecco la Lancia Delta!
Ginevra live 2008: ecco la Lancia Delta!
Ginevra live 2008: ecco la Lancia Delta!

“Il nostro compito – prosegue - consiste nel rendere tangibili le qualità del prodotto: il suo nome, per quanto importante, è solamente un dettaglio. Basta valutare l’esempio della Panda attuale, nata come Gingo ma tornata in fretta e furia alle origini: eppure, nessuno ha pensato che le differenze fra le due generazioni potessero snaturarne l’essenza”.

“Per quanto riguarda la conformazione della plancia – risponde il responsabile della comunicazione – io consiglio di vederla e valutarla con i propri occhi: è innegabile la somiglianza con il cruscotto della Bravo, ma tutti i materiali, con la relativa resa tattile, sono inconfondibilmente Lancia”.

Lancia Delta 2008
Lancia Delta 2008
Lancia Delta 2008

Forti di questo invito, la volontà di affidarsi ai propri occhi per trarre conclusioni è ormai irrefrenabile: anche perché, ogni qual volta ci si affacci in strada, è tutto un brulicare di Alfa Mi.To, Abarth 500 e altri esemplari camuffati. L’acquolina, ormai, ha oltrepassato il livello di guardia. Dopo un brunch a contatto con i responsabili, disponibili a parlare anche con la bocca piena, ha inizio il tour pomeridiano, di cui vi parleremo in un secondo post.

  • shares
  • Mail
117 commenti Aggiorna
Ordina: