Veritas RS III: quando 507 cavalli non sono sufficienti

Veritas RS III

In V10 Veritas. Dalla Seconda Guerra Mondiale (quando a tre ingegneri Bmw venne affidato il compito di creare un marchio autonomo rivolto al mondo delle corse) al 5.0 della Bmw M5, gli ultimi 50 anni della casa tedesca sono sempre stati sinonimo di potenza e sportività.

Quando anche i più inguaribili ottimisti pensavano ad una inesorabile caduta nel limbo dell’oblio, la Veritas sforna la RS III, barchetta ad altissime prestazioni destinata ad una produzione di sole 50 unità.

Il motore, come già anticipato, viene donato dalla M5, anche se i tecnici hanno lavorato di fino per aumentare la potenza fino a raggiungere i 600 cavalli finali. Grazie al telaio tubolare con carrozzeria in materiali compositi, il suo peso è limitato a soli 1.070 kg: impossibile non stupirsi delle sue prestazioni, con il muro dei 100 all’ora infranto in soli 3.2 secondi e la punta velocistica oltre i 340 km/h.
Veritas RS III
Veritas RS III

Ma questo è solo il passo iniziale, dato che il prossimo anno la Veritas darà origine ad una coupé sempre monoposto seguita, in data ancora da destinarsi, da una possibile Gt destinata per soddisfare un pubblico più ampio.

Via | Motorauthority

  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: