GM: sempre meno importanti le vendite alle flotte

Nonostante il momento di salute non certo perfetta del mercato americano dell'auto, General Motors continuerà a tagliare la quota di esemplari destinati ad essere assorbite dal mercato delle flotte di noleggio.

Questa politica prosegue dunque un programma intrapreso già qualche anno fa allo scopo di svincolare il business da questo settore, meno redditizio delle vendite a clienti privati, non solo per quanto riguarda il nuovo, ma anche per l'usato, dato che le auto ex-noleggio rivendute dagli showroom hanno di solito un valore residuo più basso.

Secondo la notizia riportata da Automotive News, il 2008 rappresenterà il giro di boa: se nello scorso anno le flotte hanno assorbito ben 700.000 unità, nel corso di quest'anno si fermeranno a quota 575.000. Nel 2009 gli americani contano di portare a termine il processo, attestandosi tra le 500 e le 550.000 unità.

Sempre per ridurre la perdita di valore sull'usato, GM ha contestualmente iniziato ad offrire mezzi tendenzialmente full-optional alle compagnie di noleggio, una mossa che ha inoltre la funzione di mostrare i prodotti nel modo migliore ad un pubblico che potrebbe essere costituito anche da potenziali acquirenti.

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: