Volvo: in vista un taglio della produzione

volvo xc60 Nuvoloni grigi forieri di oscuri presagi si stagliano all'orizzonte per Volvo: la casa madre Ford ha deciso un drastico taglio della produzione per ridurre i costi ed adeguarsi al calo delle vendite fatto registrare dalla casa svedese.

Lo stabilimento svedese di Torslanda perderà addirittura un terzo della forza lavoro attualmente impiegata, una riduzione che non lascia presagire nulla di buono nell'ottica dei rapporti tra il gruppo americano e la controllata svedese: secondo il Wall Street Journal infatti, la cessione di Volvo da parte di Ford è tutt'altro che un'ipotesi peregrina.

Tanto più che Alan Mulally, secondo i più informati, avrebbe rivelato in maniera confidenziale al management l'intenzione di cercare un acquirente interessato al costruttore di Göteborg. Ulteriore -e forse più autorevole- conferma a queste manovre segrete, sono le recenti dichiarazioni di Jerome York, portavoce dell'azionista Kirk Kerkorian che pronostica una cessione nel giro di 18 mesi.

Venendo alla questione licenziamenti, la manovra, che verrà attuata tra dicembre e gennaio, costerà il posto a 700 dipendenti, e porterà la produzione oraria da 60 a 44 unità, come rivelato da Frederik Arp, CEO del marchio, in un'intervista rilasciata al locale Göteborgs-Posten. Rimarrà al di fuori del drastico taglio lo stabilimento belga di Gent, dove si produce la neonata e tanto attesa XC60 presentata a Ginevra, ma anche la rete di showroom andrà incontro ad uno snellimento: negli USA si passerà dagli attuali 350 concessionari ad un totale inferiore ai 300 entro la fine del 2009.

Le difficoltà sarebbero determinate da una serie di fattori, non ultima l'endemica debolezza del dollaro e lo sfavorevole rapporto con la corona svedese, che è costato la bellezza di 1,7 miliardi di dollari in due anni a Volvo. Nonostante la crescita in Russia e Cina inoltre, le vendite globali sono calate di 22.000 unità nel primo trimestre, e hanno trascinato verso il basso gli utili. Ciononostante, la casa prevede per il consuntivo finale volumi invariati rispetto al 2007.

  • shares
  • Mail
30 commenti Aggiorna
Ordina: