BMW: sensibile calo dei profitti, bene le vendite

Brusca battuta d’arresto per BMW, che inizia il 2008 con un primo trimestre che vede profitti in netto calo, complice soprattutto l’aria di crisi che grava sull’economia internazionale. La notizia è stata data ieri da Norbert Reithofer, come riportato da auto, motor und sport. A quanto pare la contrazione si prolungherà anche per il resto


Brusca battuta d’arresto per BMW, che inizia il 2008 con un primo trimestre che vede profitti in netto calo, complice soprattutto l’aria di crisi che grava sull’economia internazionale. La notizia è stata data ieri da Norbert Reithofer, come riportato da auto, motor und sport.

A quanto pare la contrazione si prolungherà anche per il resto dell’anno, sebbene sia ancora un po’ presto per affidarsi alle previsioni degli esperti. Quello che è certo è il peso avuto dal calo dei prezzi dell’usato ufficiale, circostanza che ha inciso pesantemente sui conti. Allo stesso modo, per quanto riguarda l’organizzazione produttiva, BMW si trova alle prese con il grande taglio di personale annunciato poco prima del Natale scorso e messo in atto a partire da fine febbraio.

La misura, che consiste nel licenziamento di 8.100 dipendenti, fa parte di un pacchetto di mosse approntate dal management per tagliare ben 6 miliardi di euro di costi (da tradurre tra dividendi e margini maggiori) entro il 2012, un piano varato dalla casa in una conferenza tenuta a Monaco nello scorso settembre.

Che i margini siano il vero grande problema del gruppo tedesco lo si deduce dall’evidente differenza tra i dati delle vendite e dei profitti operativi ante-imposte. Se le prime (considerando BMW, Mini e Rolls-Royce nel loro complesso) sono salite del 5,6% fino a 352.000 unità, i secondi hanno visto una contrazione che li ha portati in dodici mesi da 852 a 641 milioni di euro.

Anche per aprile si prevede un aumento delle vendite: “Siamo e resteremo forti sul mercato” ha dichiarato Reithofer, che è fiducioso nel risultato complessivo del 2008, per cui si prevedono vendite ancora superiori all’ottimo 2007, quando è stato superato il milione e mezzo di unità. L’obiettivo dei 1.800.000 veicoli per il 2012 dunque, è nonostante tutto ancora a portata di mano.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Annunci

Annunci, presentazione di nuovi modelli.

Tutto su Annunci →