Toyota RAV4: sul tracciato di Forte Cherle con Speed Control

Avreste ritenuto possibile che la nuova Toyota RAV4 si rivelasse competitiva nel tempo sul giro rispetto alla più sportiva GT86? Il segreto del confronto è ovviamente nel terreno, misto neve e ghiaccio, pur considerando che la RAV4 montava semplici pneumatici invernali, mentre la GT86 era equipaggiata con pneumatici chiodati (ed assetto rialzato). Scopriamo meglio alcune differenze intervistando Andrea Pullè, prima ex pilota rally e poi di velocità in pista, ora responsabile della scuola Speed Control. Oltre ai classici corsi in pista Speed Control organizza infatti un interessantissimo training di guida su neve e ghiaccio, presso il ghiacciodromo di Forte Cherle (Folgaria, TN) e sviluppato per gran parte dell’inverno con numerosissime date dal 7 gennaio al 28 febbraio.

Il corso (lungo uno o due giorni) è dedicato a chi vuole apprendere le tecniche ed i segreti della guida su fondi con poca aderenza ed in condizioni critiche, e più in generale a chi vuole affinare la propria sensibilità di guida anche nelle condizioni normali e quotidiane. A questo corso ne viene poi affiancato un secondo, ancora più impegnativo – sia dal punto di vista della guida sia, ahinoi, dal punto di vista economico – che si tiene tra le nevi ed i ghiacci della Finlandia. I modelli utilizzati sono per tutti le nuove GT86, l’ultima sportiva Toyota a motore anteriore boxer e trazione posteriore dotata di 200 CV. La scuola Speed Control accoglie non più di 12 piloti e 6 automobili per ogni “tornata”, cosicché ogni partecipante possa assimilare le informazioni di carattere teorico e pratico con tutto il tempo di cui necessita. Pullè ad esempio ci racconta che ogni studente/pilota deve sviluppare una sufficiente velocità di risposta alle sollecitazioni e non deve attendere che l’auto sbandi troppo, ma gestirla con polso ed immediatezza. La nostra guida smentisce inoltre un falso mito legato alle condizioni di guida su terreno a scarsa aderenza.

“La frenata è necessaria anche quando guidiamo su ghiaccio – spiega Pullè –. E’ scorretto pensare il contrario. Bisogna comunque modulare l’azione e rendere più graduale l’intervento del piede sul freno”. Da quest’anno ‘partecipa’ allo Speed Control anche la nuova Toyota RAV4, vettura oggetto di un approfondito test su strada il cui contenuto sarà sviluppato in più post. “La RAV4 è una vettura dal notevole comportamento su strada – ci ha confidato l’ex pilota –. Garantisce trazione anche sul ghiaccio vivo, condizione che ovviamente restituisce anche su strada e su terreni meno impegnativi”.


Il corso neve e ghiaccio: banco di prova per la trazione integrale

Il corso neve e ghiaccio ci ha dunque permesso di valutare le caratteristiche e la bontà del sistema Integrated Dynamic Drive System (IDDS), che sovraintende alle funzioni del Dynamic Torque Control 4WD, del Vehicle Stability Control (VSC) e dell’Electric Power Steering (EPS). In condizioni di marcia normali il 100% della coppia è indirizzato alle ruote anteriori, ma la distribuzione può variare fino al rapporto di 50:50%. L’Integrated Dynamic Drive System determina inoltre la distribuzione della coppia quando l’auto affronta condizioni dinamiche particolari, come ad esempio un brusco fenomeno di sottosterzo.

Il sistema prevede inoltre la modalità Sport, in cui la distribuzione di coppia fra gli assi è bloccata al 90:10. L’opzione Sport interviene poi sulla risposta dell’acceleratore, sul grado di assistenza allo sterzo e sul regime di cambiata (solo quand’è presente il cambio automatico). E’ inoltre presente la modalità 4WD Lock. Il conducente può bloccare la ripartizione della coppia al 50:50 fino alla velocità massima di 40 km/h, così da garantirsi migliori performance di guida in fuoristrada. La presenza e la combinazione di questi sistemi regala alla Toyota RAV4 prestazioni decisamente valide.

Durante il nostro test abbiamo ad esempio rilevato una maggiore velocità in percorrenza curva rispetto alla GT86, elemento che avrebbe poi determinato la miglior prestazione sul giro completo. Pullè non è comunque stupito. “I tecnici Toyota hanno svolto un lavoro egregio. In tutte le condizioni l’auto garantisce una motricità superiore alla media”.

Ultime notizie su Video

I video più interessanti e divertenti del mondo auto: i video ufficiali dai costruttori, le nostre prove su strade, i video amatoriali divertenti da condividere, ecco un modo per scoprire il mondo delle quattro ruote a 360 gradi!

Tutto su Video →