Tecnica: Prodrive progetta l’Active Toe Control

Prodrive, factory che collabora con le più grandi case automobilistiche nel motorsport (molti di noi la ricorderanno per la storica collaborazione con Subaru nei rally), ha progettato un inedito sistema di controllo per la convergenza (toe, in inglese) dell’asse posteriore. Quello che spesso si ottiene con il costoso schema multi-link nelle trazioni anteriori, può essere

di Ruggeri


Prodrive, factory che collabora con le più grandi case automobilistiche nel motorsport (molti di noi la ricorderanno per la storica collaborazione con Subaru nei rally), ha progettato un inedito sistema di controllo per la convergenza (toe, in inglese) dell’asse posteriore. Quello che spesso si ottiene con il costoso schema multi-link nelle trazioni anteriori, può essere infatti raggiunto anche con l’elettronica e l’ingegneria. La possibilità infatti di variare “l’angolo delle ruote rispetto al loro parallelismo” consente di influire sull’handling e la maneggevolezza dell’auto.

Una trazione anteriore con un angolo negativo (toe-out) sarà molto maneggevole sul lento, ma sarà fin troppo reattiva sul veloce, dove occorre invece un valore positivo (toe-in) per ottimizzare la stabilità, quindi un sistema che gestisce queste regolazioni permette di sfruttare i setup ottimali nelle varie condizioni di guida, come già stiamo imparando a fare con la gestione di sospensioni, differenziali e controlli di stabilità e trazione governati dall’elettronica.

Prodrive sta attualmente cercando un partner per costruire l’hardware ed il primo prototipo su cui condurre la sperimentazione. Secondo la factory anglosassone questa innovazione potrebbe attrarre molti costruttori automobilistici che, senza alterare i costi di produzione, avrebbero modo di “personalizzare” l’handling delle loro vetture in maniera più precisa e sportiva, a vantaggio delll’utente finale che potrebbe contare su vetture più sensibili, sicure, ed allo stesso tempo divertenti da guidare.

Via | Jalopnik.com

I Video di Autoblog