Crash test EuroNCAP: cinque stelle per la Citroën C5, disastro pick-up


L'EuroNCAP, nella sua periodica tornata di test, ha messo alla prova stavolta una particolare categoria di automobili, i pick-up. Tre sono stati i modelli messi alla prova: Nissan Navara, Isuzu D-Max/Rodeo e Mitsubishi L200. Dai test, come scrive TheCarFanatic, è emerso che la sicurezza "non è la priorità di chi costruisce questi veicoli".

I pick-up, mezzi associati tradizionalmente al mercato nordamericano, stanno conoscendo una notevole diffusione anche nel Vecchio Continente: nei 12 mesi del 2007, le immatricolazioni in Europa Occidentale sono cresciute del 7,2%, mentre quelle nei paesi est-europei addirittura del 24,7%. Da qui il bisogno di testarli, secondo Michiel Van Ratingen segretario generale dell'EuroNCAP: "Il dovere dell'ente è tutelare la sicurezza dei clienti europei: metteremo alla prova tutto quello che la può scalfire".

Ebbene, come dicevamo più sopra i tre truck giapponesi non se la sono cavata benissimo: se il Mitsubishi ha ottenuto 4/5 stelle per gli occupanti adulti, l'Isuzu si è fermato a 2 (con un grave rischio di impatto letale per la cassa toracica) e il Nissan Navara addirittura ad una sola stella. Disastroso il risultato per tutti e tre in materia di protezione di bambini e pedoni.

Nel corso dei test, l'ente ha verificato anche la sicurezza di alcuni modelli di automobili: Suzuki Splash, Daihatsu Terios, Renault Kangoo, Citroën C5 e BMW X3. Nessuna di queste, a parte la Citroën, è riuscita ad ottenere le cinque stelle nella protezione degli occupanti adulti, mentre il SUV BMW ha ottenuto una misera stella nella protezione pedoni.

  • shares
  • Mail
45 commenti Aggiorna
Ordina: