Crollano le azioni Tata: troppi i dubbi sull'affare Jaguar-Land Rover

E' scuro il cielo sopra Bombay: le azioni della Tata, il più grande produttore automobilistico indiano, sono in caduta libera. Da quando gli asiatici hanno reso pubblica l'offerta a Ford per l'acquisto di Jaguar e Land Rover, il valore è sceso dell'11%, e non ci sono cenni di un'inversione di tendenza, nonostante sembri molto probabile che Tata si libererà ben presto di Jaguar.

Thiyaga Rajan, il più grande azionista della holding, avrebbe venduto quasi tutto il suo pacchetto perchè non crede nel successo dell'operazione, come ha rivelato a Bloomberg. "Tata si è sempre occupata di veicoli commerciali e auto low-cost destinate ai mercati emergenti, che cosa c'entra con i marchi di lusso?"

Gli esperti che criticano l'operazione sono più o meno sulle stesse corde: laddove Ford, il terzo produttore mondiale, non è riuscito a cavare un ragno dal buco con Jaguar in 18 anni, come potrà fare meglio Tata?

  • shares
  • Mail
31 commenti Aggiorna
Ordina: