Norvegia: vietato dire che l'auto è "verde"

Tempi duri per i pubblicitari dell'auto: non possono parlare di velocità, non possono soffermarsi sulle prestazioni e fra poco sarà vietato associare l'automobile a definizioni ecologiche. Almeno in Norvegia.

L'iniziativa è partita da Bente Oeverli, difensore civico norvegese che ha espressamente vietato gli aggettivi "pulito", "verde", "ecologico" e simili in riferimento alle auto. Il motivo? E' pubblicità ingannevole perchè tutte le macchine inquinano, sia pure in modo diverso.

Oeverli è stato chiaro: "Le auto non possono fare niente di buono per l'ambiente, a parte arrecare un minor danno rispetto ad altre." In Norvegia le correnti ambientaliste sono forti, ma l'idea potrebbe prendere piede anche negli altri Paesi europei.

C'è dell'altro, oltre al suddetto divieto: le pubblicità che volessero sottolineare la maggiore pulizia di un modello rispetto a un altro, dovranno "argomentare" chiaramente quanto affermano. In più, nei dati di emissioni inquinanti andranno comprese anche le indicazioni dei danni arrecati all'ambiente durante tutto il ciclo di vita della macchina, dalla produzione fino allo smaltimento e al suo riciclaggio.

Sarà poco, sarà demagogia, ma a noi sembra un buon segno, così come ci pare positiva la nuova attenzione delle case per le tematiche ambientali, che speriamo non rimanga sulla carta. Di segno completamente opposto la valutazione che dà Repubblica.

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: