3000 dollari per l'utilitaria firmata Bajaj Auto

Low cost bajajUna è realtà, l’altra è ancora un prototipo; una costa 2,500 dollari, l’altra ne dovrebbe costare 3,000: entrambe indiane, entrambe con l’obiettivo di assicurare mobilità ad una popolazione superiore al miliardo di persone. Stiamo parlando della Tata Nano e dell’utilitaria Bajaj, con quest’ultima desiderosa di mostrare le proprie qualità per cercare di attrarre gli appetiti (ma anche i risparmi) del popolo orientale.

La piccola Bajaj debutterà nel corso del 2009, e sfruttando la partnership con Renult-Nissan (che assicureranno la propria esperienza), cercherà di recuperare il pesante gap offerto dal ritardato debutto sul mercato rispetto all’avversaria.

Rajiv Bajajm, presidente dell’omonimo gruppo, ha affermato che “il prototipo è ovviamente la base di partenza: esso verrà poi modificato a seconda dello sviluppo del progetto. Le dimensioni e la taglia rimarranno immutate, mentre il pianale sarà derivato da una proposta Renault”.

Forte dell’appoggio franco-nipponico, questa piccola low-cost potrà permettersi il lusso di scegliere fra numerosi motori, compresi una variante diesel (probabilmente offerto dalla Bosch) ed anche un ibrido. “Riteniamo che l’economia di esercizio sia l’elemento principale di quest’auto, ed in tale direzione di muoveremo” ha concluso Bajajm.

Il debutto, come già detto, è atteso per il 2009; probabile che vi siano due versioni: una a passo corto ed una a passo lungo.

Via | Economic Times

  • shares
  • Mail
38 commenti Aggiorna
Ordina: