L'Ecopass di Milano: un approfondimento sul tema

E' entrato in vigore ieri a Milano l'Ecopass, un pedaggio che devono pagare alcuni mezzi per poter accedere alla zona centrale della città, quella compresa nella cerchia dei Bastioni. Il suo scopo è scoraggiare l'utilizzo delle auto più inquinanti, ridurre il traffico e l'inquinamento e ricavare fondi da reinvestire nel trasporto pubblico.

Le intenzioni sono lodevoli, senza dubbio. Come non essere d'accordo con un provvedimento teso a migliorare la qualità dell'aria e la stessa qualità della vita, mediante la riduzione del traffico?

I telegiornali in questi giorni stanno sottolineando la bontà delle misure adottate, riportando i dati dei miglioramenti registrati a Londra, dove dal febbraio 2003 vige la simile Congestion Charge. Qualcuno però si è interrogato sull'effettiva efficacia dell'Ecopass, giungendo in merito a conclusioni di segno opposto.

ecopass

E' il caso di Motocivismo, associazione lombarda attiva da anni nella difesa dei diritti del motociclista e nella diffusione del senso civico tra i centauri.

Motocivismo, basandosi sui dati ARPA (Agenzie Regionali per la Protezione Ambientale) aggiornati al 30 dicembre 2007, ha elaborato i due grafici che ci ha gentilmente fornito. Il primo è relativo alle sole due centraline di Milano dalle quali provengono i dati divulgati sul livello di PM10 (le famigerate polveri sottili). Il secondo invece riporta anche i dati che registrano le centraline della conurbazione lombarda.

In ambedue i casi si nota facilmente come le variazioni nella concentrazione di PM10 nell'atmosfera siano legate più ad eventi meteorologici o a contingenze come lo sciopero dei camionisti e l'accensione dei riscaldamenti che non a provvedimenti concreti.

Da tempo sottolineiamo la necessità di intervenire anche in altri ambiti con misure che siano strutturali: a quando un ammodernamento degli impianti di riscaldamento, alcuni dei quali sono chiaramente obsoleti? A quando una politica organica per dirottare altrove il trasporto su gomma che soffoca quotidianamente l'Italia?

Non ci stiamo scagliando pregiudizialmente contro la misura, tutt'altro: l'Ecopass è appena nato ed ha tutto il tempo di mostrare la sua efficacia in termini concreti. Nei prossimi mesi avremo a disposizione i primi dati dell'ARPA Lombardia, e solo allora potremo formulare un giudizio sulla bontà dell'iniziativa del Comune di Milano.

Qui trovate il file .pdf dove sono riportati i due grafici nelle dimensioni originali.

ecopass

  • shares
  • Mail
67 commenti Aggiorna
Ordina: