Aston Martin Rapide S












L’Aston Martin Rapide S completa la famiglia Rapide e ne rappresenta un’evoluzione dai connotati sportivi. I tecnici di Gaydon sono dunque intervenuti per modificare l’estetica e la meccanica, attribuendo un carattere più spigoloso e marcato ad una berlina finora votata all’understatement. Merito del nuovo paraurti anteriore e della mascherina ridisegnata, che adottano le indicazioni stilistiche provenienti dalla One-77 e si uniformano alle sue fattezze. In coda è poi presente uno spoiler, mentre il Carbon Exterior Pack (optional) fornisce alcuni elementi in fibra di carbonio: sono realizzati in questo materiale lo splitter anteriore, il diffusore posteriore, le calotte degli specchi laterali ed i gusci a protezione dei fanali posteriori.

Più contenute le modifiche all’abitacolo. La versione S prevede rivestimenti in cuoio bicolore Duotone e finiture piano black, a contrasto con le cuciture di color rosso. L’Aston Martin Rapide S beneficia poi di alcune migliorie alla telaistica e rivela un’impostazione meno turistica, più sportiveggiante. Il posizionamento del motore viene infatti abbassato di 19 millimetri, l’ESC guadagna tarature più permissive e gli ammortizzatori adattivi sono ora configurabili nelle modalità Normal, Sport e Track. La sostanza della Rapide S viene comunque espressa dal motore V12.

Il 5.9 sviluppa ora 558 CV e si rivela quindi 80 CV più potente della vecchia unità, sconfitta anche alla voce ‘coppia motrice’: i Nm passano infatti da 600 a 620. Aumentano anche le percorrenze e diminuiscono le emissioni inquinanti, senza risvolti negativi al momento di rilevare le prestazioni: l’Aston Martin Rapide S copre lo 0-100 km/h in 4.9 secondi (-0.3) e raggiunge la velocità massima di 306 km/h (+3). Verrà esposta durante il salone di Ginevra (7-17 marzo).

Aston Martin Rapide S
Aston Martin Rapide S
Aston Martin Rapide S
Aston Martin Rapide S

Aston Martin Rapide S
Aston Martin Rapide S

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: