Mercato auto Europa: nel 2012 vendute 12.053.904 auto (-8.2%)

Nel 2012 le immatricolazioni di auto nuove in Europa si sono fermate a 12.053.904, pari al -8.2% rispetto all’anno precedente, portando il mercato auto del Vecchio Continente ai livelli del 1995. Una flessione così negativa nell’Europa a 27 Paesi non si vedeva dal 1993, quando si registro un immatricolato complessivo ridotto del 16.9%. Dati che arrivano da Acea, l'associazione che riunisce i costruttori di auto presenti in Europa. La situazione non migliora di molto nemmeno se il conteggio comprende in aggiunta anche i Paesi Efta: in questo caso le nuove immatricolazioni nell’anno appena concluso sono state pari a 12.527.912, con una flessione del 7.8%.

Nell’ambito dei primi cinque mercati europei, quello italiano risulta quello che ha registrato le perdite maggiori nel 2012, con un pesante -19,9% e 1.402.089 nuove vetture immatricolate. Situazione poco allegra anche in Francia (-13,9% a 1.898.760) e Spagna (-13,4% a 699.589). In Germania, principale mercato Europeo, le perdite si sono arrestate al -2,9% con 3.082.504 auto nuove immatricolate. L’unica a sorridere fra i Paesi cardine del mercato europeo è la Gran Bretagna, dove si è registrato un aumento delle nuove immatricolazioni del 5,3% a 2.044.609 unità. Considerando l'intera Europa a 27 membri più i Paesi Efta, nell’anno appena passato il progresso maggiore lo registra l'Islanda (+56,4% e 7,902 nuove immatricolazioni), mentre il calo più pesante è quello della Grecia(-40,1% e 58,482 auto).

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: