Il nuovo Ford Ranger Wildtrak

Chi di voi guarda con attenzione al traffico nelle nostre città non si sarà fatto sfuggire la crescente presenza di pick-up anche di dimensioni notevoli che un pò come elefanti in una cristalleria si muovono fra mille ostacoli. Il dato assolutamente empirico che ci fornisce l’occhio viene sostenuto dai numeri che confermano le impressioni: nel

Chi di voi guarda con attenzione al traffico nelle nostre città non si sarà fatto sfuggire la crescente presenza di pick-up anche di dimensioni notevoli che un pò come elefanti in una cristalleria si muovono fra mille ostacoli. Il dato assolutamente empirico che ci fornisce l’occhio viene sostenuto dai numeri che confermano le impressioni: nel giro di due anni il mercato dei pick-up è praticamente raddoppiato.

In questo settore la fanno da padrone auto come il Nissan Navara e il Mitsubishi L200, e Ford ha deciso di non stare a guardare questa nicchia che, per quanto sia ancora ristretta, sta mostrando ampi margini di espansione. La Casa dell’ovale blu propone dunque il suo Ranger Wildtrak, versione offroad che va a dare man forte al classico Ranger. Il pick-up è spinto da un 3.0 TDCi common rail (omologato Euro4), che eroga 156 CV e dispone di 380 Nm di coppia massima già a 1800 giri/min., un valore che assume ancora più spessore se si considera che è affiancato da un moderno cambio automatico Durashift a cinque rapporti che pare fatto apposta per esaltarne le doti di elasticità e ripresa.

Al capitolo consumi questo bestione (517 x 181 x 176 cm, per 1910 kg di peso a secco) fa registrare una richiesta di 9,2 l/100 km sul ciclo misto, mentre le emissioni di CO2 si attestano sul valore di 252 g/km, valori tutto sommato buoni considerando i numeri di questo full size. Per il prezzo attendiamo ulteriori comunicazioni da parte di Ford.

Ultime notizie su Annunci

Annunci, presentazione di nuovi modelli.

Tutto su Annunci →