F1, GP di Sakhir 2020: George Russell domina le prove libere, buona la prima

George Russell è il grande protagonista del GP del Bahrain, che rispetto alla settimana scorsa ha un nuovo layout. L’inglese della Mercedes ha sostituito Hamilton nel migliore dei modi

George Russell, si fa trovare pronto alla prima occasione, mettendosi a sorpresa – ma neanche tanto – davanti a tutti nella prima e nella seconda sessione di prove libere sulla pista di Sakhir, in Bahrain. L’inglese che quest’anno ha corso a bordo della Williams, è stato chiamato da Toto Wolff per sostituire Lewis Hamilton – che ha contratto il Coronavirus – e ha subito impressionato. Rispetto alla scorsa settimana, il tracciato ha un layout diverso, dove le vetture riescono ad essere più veloci, emulando un po’ una sorta di Indianapolis nel deserto. Durante le FP1 il giovane inglese ha fissato il cronometro a 0:54.546, precedendo di quasi due decimi Max Verstappen (+0.176), seguito dal compagno di squadra, Alexander Albon (+0.265). Quarta posizione per Valtteri Bottas (+0.322) che ha perso immeditamente il confronto col suo nuovo compagno di team. Rispetto alla settimana precedente le Ferrari hanno mostrato un passo migliore Sebastian Vettel (+0.735) ha chiuso in ottava posizione a poco più di sette decimi dal leader, mentre Charles Leclerc (+0.903) ha dovuto accontentarsi della decima piazza, dopo aver incontrato un intenso traffico mentre stava ottenendo un riscontro cronometrico davvero interessante.

Russell ancora al comando dopo le FP2

George Russell si conferma al vertice della classifica (0:54.713), il giovane inglese ci ha preso gusto e sembra aver trovato un bel feeling con la sua Mercedes. Al secondo posto sempre Max Verstappen (+0.128), mentre stavolta il terzo tempo è di Sergio Perez (+0.153). Valtteri Bottas (+0.608) non a suo agio e in appanno, non va oltre all’undicesima posizione. Passi indietro per la Ferrari: Charles Leclerc ha sofferto una rottura del semiasse della sua SF1000 proprio sul più bello, dopo aver fatto registrare il parziale record nel primo settore e non è riuscito ad ultimare nemmeno un giro; Sebastian Vettel (+1.117), invece, è stato protagonista di due testacoda che gli sono costati lo spiattellamento di ben due set di gomme, ragione per cui ha chiuso al 16esimo posto. Per quanto riguarda la simulazione di passo gara, la Mercedes è la vettura da battere, facendo registrare costantemente rilevamenti cronometrici tra lo 0:54:000 e lo 0:55:000. Ottima la performance di Max Verstappen, che proverà ancora a infilarsi tra le due Mercedes. Sul passo gara, Sebastian Vettel dimostra di avere qualche perplessità e si prospetta un weekend ancora insoddisfacente. Appuntamento a domandi per la delicata sessione di qualifiche, che stabiliranno la griglia di partenza per la gara di domenica.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Motorsport

Tutto su Motorsport →