Sicurezza stradale: gli errori da non fare con il seggiolino auto per bambini

Il team della CYBEX ci aiuta a capire l’importanza fondamentale del corretto uso di questo dispositivo per la sicurezza dei più piccoli.

Come ogni anno, CYBEX - azienda specializzata in prodotti per bambini - ha fatto il punto della situazione sull’importantissimo tema della sicurezza in auto in Italia, interloquendo con la stampa specializzata nel corso di uno speciale incontro, organizzato via web a causa dell’emergenza sanitaria in corso. Battezzato CYBEX Safety Webinar, l’incontro via web con il team di professioniste dell’azienda tedesca è stato a dir poco d’aiuto per comprendere la preoccupante situazione relativa allo scarso uso dei seggiolini per auto da parte degli automobilisti italiani.

Dati allarmanti


I dati Istat parlano chiaro e sono a dir poco allarmanti: Nel 2019 sono stati 172.183 gli incidenti stradali con lesioni a persone in Italia, un dato praticamente stabile rispetto all’anno precedente (-0,2%). In totale le vittime sono 3.173, mentre i feriti 241.384 feriti (-0,6%). Bisogna inoltre sottolineare che - sempre nel 2019 - gli incidenti stradali diminuiscono, seppur di poco, su tutti gli ambiti stradali, ad eccezione nei centri urbani dove viene registrato un lieve aumento (+0.2%), senza dimenticare che poprio in città avviene il 73,7% degli incidenti. La cosa ancora più preoccupante è che il calo delle vittime non viene registrato tra i giovani, inoltre risultano ad alto il rischio i bambini: basti pensare che nel solo 2019 ben 35 bambini tra 0 e 14 anni hanno perso la vita in un incidente stradale.

Quest’ultimo fenomeno può essere spiegato con la scarsa attenzione nei confronti della sicurezza dei bambini, da parte dei genitori o di chi ne è responsabile durante gli spostamenti in auto. Purtroppo, in Italia, solo il 44,3% dei genitori ha in auto un seggiolino per il trasporto dei bambini, un dato che scende vertiginosamente se prendiamo in esempio alcune zone d’Italia, mentre se tutti utilizzassimo questi dispositivi di sicurezza feriti e decessi crollerebbero letteralmente. Basti infatti pensare che ben l’83% dei bambini allacciati correttamente rimane indenne in caso di un incidente.

Ricapitolando, nel 2019 sono deceduti in incidenti stradali ben 35 bambini tra 0 e 14 anni (molto spesso per negligenza), mentre l’anno precedente le vittime sono state 34. Questo vuol dire che si è verificato un aumento dei morti e di conseguenza l’obiettivo di “zero vittime”, stabilito nel Piano Nazionale della Sicurezza Stradale 2020, risulta ancora molto lontano.

Anche se marginale rispetto alla perdita delle vite, incidenti stradali hanno anche un elevato costo sociale che nel 2019 - secondo i parametri indicati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - risulta pari a 16,9 miliardi di euro, l’1% del Pil nazionale.

Le cause degli incidenti


Le cause degli incidenti stradali possono essere molteplici, ma il principale è la distrazione che risulta aumentata in maniera esponenziale a causa dell’uso dello smartphone durante le guida, le altre cause sono l’alta velocità e le precedenze non rispettate.

I 10 errori da non compiere


Per garantire la massima sicurezza dei bambini e per scegliere il seggiolino corretto a seconda dell’età e del peso del bambino è necessario seguire delle semplici, ma fondamentali regole che il team di CYBEX ha stilato per noi.

I 10 errori da non compiere che possono sfociare in gravi situazioni in caso di incidente sono i seguenti:



  • Tenere i bambini in braccio durante il viaggio: in caso di incidente, il piccolo verrà strappato dalle braccia

  •  Allacciarsi insieme al bambino con la stessa cintura di sicurezza

  • Posizionare il bambino nella navicella senza nessun sistema di ritenuta sul sedile posteriore

  •  Non usare nessun sistema di ritenuta per il bambino

  • Lasciare l’airbag anteriore attivato quando è posizionato un ovetto contro il senso di marcia

  • Installare il seggiolino Gruppo 0+ nel senso di marcia:

  • Installare il seggiolino in modo errato: in posizione o senso errati, allacciato con l’uso della cintura sbagliata, oppure con cintura non bene posizionata o non ben tesa, può costituire un rischio di gravi lesioni.

  • Usare il seggiolino in modo improprio: un seggiolino in qualsiasi modo modificato, con parti mancanti o alterate, non può più garantire la sicurezza del bambino.

  • Utilizzare un sistema di ritenuta non adatto all’altezza e al peso del bambino, oppure utilizzare un seggiolino che presenta dei danni o ammaccature, anche di piccola entità, come nel caso di utilizzo di seggiolini di seconda mano la cui provenienza è sconosciuta.

  • shares
  • Mail