Così Vallelunga diventa il primo Smart Racing Circuit italiano

Rinnovata per tre anni la collaborazione fra ACI Vallelunga SpA ed Enel X per sviluppare e testare, all’interno dello storico “Autodromo dei romani”, nuove soluzioni di ricarica per auto elettriche in chiave sportiva e per la guida di tutti i giorni.

Non soltanto competizioni: gli autodromi costituiscono, potenzialmente, ideali banchi di prova per lo sviluppo delle nuove tecnologie automotive. Un esempio (l’ultimo, in ordine di tempo) arriva da Vallelunga. Il complesso sportivo di Campagnano di Roma, nato in un primo momento (era il 1951) come trasformazione del preesistente ippodromo e, nel 1957, riprogettato da Piero Taruffi (la leggendaria “Volpe d’argento” cui il circuito è intitolato) con la realizzazione dei due tracciati, Internazionale e Club, è chiamato a rivestire un ruolo ancora più di primo piano nell’evoluzione dei sistemi di ricarica per auto elettriche e per le specialità agonistiche: una ulteriore dimostrazione che il motorsport continua ad essere un utilissimo serbatoio di esperienze da tradurre nella produzione di serie.

Nel dettaglio, ciò sarà permesso grazie al rinnovo triennale della partnership fra ACI Vallelunga SpA (società che fa capo all’Automobile Club d’Italia) ed Enel X, business line globale di Enel dedicata allo sviluppo di prodotti e tecnologie in ambito urbano, domestico, industriale e della mobilità elettrica, attraverso una capacità di gestione di oltre 6 GW di domanda e 110 MW di capacità di accumulo mondiale ed oltre 140.000 “hub” di ricarica pubblici e privati per veicoli elettrici già disponibili a livello globale.


Riflettori puntati sulla mobilità elettrica di prossima generazione


In virtù della rinnovata alleanza fra Enel X e la SpA che gestisce lo storico “Autodromo dei Romani” nonché le relative attività di Guida sicura a Vallelunga ed a Lainate (Milano), il complesso di Vallelunga – oggetto, di recente, di un articolato programma di rinnovamento che ha interessato strutture e funzionalità – diventerà il primo “hub” di e-mobility e circuito “smart” italiano.

Ciò, spiegano i dirigenti di ACI Vallelunga SpA ed Enel X, proprio grazie alla lunghezza del tracciato auto (4,085 km), che permette efficaci e sicuri test di ricarica e di scarica delle batterie dei veicoli elettrici: in questo modo, va a rappresentare per Enel X il luogo ideale per l’effettuazione delle prove di compatibilità delle vetture “zero emission” con tutte le tipologie di infrastrutture di ricarica già esistenti ed in fase di sviluppo.

Più di 20 auto elettriche verranno provate ogni anno


Sul nuovo palcoscenico hi-tech di Vallelunga “new gen” (ricordiamo che 25 infrastrutture per la ricarica a disposizione dei dipendenti e dei visitatori sono già presenti fra le aree dell’autodromo di Vallelunga,  il relativo Centro Guida Sicura ed il Centro Congressi, e quelle della pista e del Centro Guida Sicura di Lainate) verranno in effetti testati, ogni anno, più di 20 differenti modelli di auto elettriche; e, da parte di Enel X, avverrà la gestione dei test di impatto elettrico sulla rete (“power quality”), in maniera da preservarne la rispettiva stabilità.

Nuovi “high charger” nei box


La stessa Enel X si incarica di installare, all’interno dei 24 box dell’Autodromo di Vallelunga, dei caricatori ad elevata potenza (fino a 120 kW) che saranno in grado di provvedere alla ricarica contemporanea fino a sette veicoli: nuovi sistemi che contribuiranno a far assumere a Vallelunga il ruolo di primo “Smart Racing Circuit” d’Italia.

Enel X: “Polo strategico per l’evoluzione della e-mobility”


“La conferma della partnership con Vallelunga rafforza un binomio che in questi anni ha consentito a Enel X di diventare un punto di riferimento nel settore del motorsport e di promuovere la diffusione della mobilità elettrica nel Paese – dichiara Alberto Piglia, responsabile e-mobility di Enel X - Il circuito di Vallelunga rappresenta, per la lunga storia e il know-how del team di professionisti che ci lavorano, un polo strategico per lo sviluppo delle tecnologie di ricarica. Per questo motivo siamo convinti che nei prossimi anni potrà dare ulteriore impulso alla crescita e alla diffusione della mobilità elettrica nelle competizioni sportive e nell’utilizzo quotidiano dei veicoli elettrici”.

ACI Vallelunga SpA: “Struttura all’avanguardia per ricerca e sviluppo e testing”


“Innanzitutto la nostra gratitudine per la fiducia riposta. Siamo lieti di poter continuare la collaborazione con Enel X e di mettere a disposizione i nostri impianti per l’importante attività di sviluppo dei progetti in ambito del motorsport e della mobilità elettrica - dichiara Carlo Alessi, presidente ACI Vallelunga SpA - Grazie alla tecnologia di cui Enel X ha dotato i nostri impianti, l’Autodromo è considerato ormai una struttura all’avanguardia in Europa per le attività di ricerca e sviluppo e di testing, presentazione e lancio di veicoli elettrici".

  • shares
  • Mail