La Ferrari F40 di Gerhard Berger all'asta da RM Sotheby's

Dopo quella di Jean Alesi, anche la Ferrari F40 di Gerhard Berger finisce all'incanto, per la gioia di qualche collezionista

RM Sotheby's mette all'asta la Ferrari F40 di Gerhard Berger, nell'ambito della vendita online di Londra, le cui offerte andranno avanti fino al 31 ottobre. Una grossa tentazione si profila per gli appassionati di supercar, che potranno assicurarsi una delle auto sportive più amate di tutti i tempi, resa ancora più preziosa dal nome dell'ultimo proprietario.

Un po' di tempo fa, una decisione analoga era stata presa per la sua F40 da Jean Alesi, compagno per tre anni di Gerhard Berger alla Scuderia Ferrari in Formula 1. Se all'origine della scelta del pilota francese di origini siciliane c'era la necessità di reperire risorse per sostenere l'attività sportiva del figlio, diverse e sconosciute sono le ragioni alla base del gesto del collega austriaco.

Gerhard Berger ha comprato la sua Ferrari F40 lo scorso anno. Si tratta di un esemplare del 1990, certificato Ferrari Classiche, con all'attivo solo 30 mila chilometri. Dopo essere passata dal rivenditore del marchio a La Spezia, la regina delle "rosse" moderne era stata a Singapore e in Giappone. Poi è stato il turno della Germania, dove Penske Sportwagen Hamburg -concessionaria ufficiale del "cavallino rampante"- ha eseguito un servizio completo, senza badare a spese. Le quotazioni della vigilia, per questa meravigliosa Ferrari F40, ballano da 900 mila a 1 milione e 100 mila sterline, ma la contesa fra i potenziali acquirenti potrebbe spingere ancora più in alto il valore di aggiudicazione.

Ricordiamo che la Ferrari F40 è una delle "rosse" più emozionanti di tutti i tempi: questa creatura, simile ai velocissimi jet che solcano i cieli, è un condensato della storia del marchio, interpretata ai più alti livelli. Nessun'altra vettura è riuscita ad esprimere una così vistosa aggressività, in una forma comunque estremamente elegante. 

La Ferrari F40 somiglia a un prototipo da corsa pronto a mordere l'asfalto, col suo muso basso e profilato, la fiancata slanciata, l'enorme alettone a tutta larghezza che domina il posteriore. Alla sua vista si rimane senza fiato! La linea di questo bolide di Maranello è fantastica. Una vera scultura su quattro ruote, che cattura lo sguardo e fa schizzare in alto le pulsazioni cardiache. Purissime le emozioni elargite agli appassionati, che ricambiano con venerazione il suo carattere forte e corsaiolo.

La Ferrari F40 è arte, poesia, emozioni, magia, forza, meraviglia. Questa fuoriserie è un mito nel mito del "cavallino rampante". La sua personalità esuberante lascia il segno. Basta vederla una volta per non dimenticarla più. Credo sia l'essenza dell'auto sportiva, la leggenda dell'era moderna. Impossibile trovare le parole giuste per esprimere il suo fascino dirompente. Ogni volta, rivederla è come ammirarla per la prima volta.

L'energia dei 478 cavalli sviluppati dal V8 biturbo di 2.9 litri schiaccia al sedile ed entra nel cuore dalla porta principale, accompagnata da un'irresistibile colonna sonora. Sì, oggi le supercar sono più veloci, molto più veloci, ma non lasciano lo stesso segno e non sono lo stesso sogno.

Foto | Facebook RM Sotheby's

  • shares
  • Mail