Auto da collezione: la Ferrari Scuderia Spider 16 M

La Ferrari Scuderia Spider 16M abbinava i grandi contenuti di innovazione della 430 Scuderia al divertimento di guida all'aria aperta della F430 Spider

Ogni successo merita di essere festeggiato con un dono speciale. In Ferrari lo sanno bene e non è necessario che qualcuno glielo ricordi. La prova giunge da un capolavoro uscito dal cappello dei maghi di Maranello, nell'ormai lontano 2008: la Ferrari Scuderia Spider 16M. Il traguardo da celebrare era la conquista del sedicesimo Mondiale Costruttori di Formula 1.

Un fatto storico ben evidenziato dalla parte finale della sigla di questa vettura che, sulla pista di Fiorano, girava in modo più rapido di ogni altra stradale aperta del "cavallino rampante". Persino la F50 doveva arrendersi alla forza dirompente della otto cilindri svelata il 9 novembre di 12 anni fa, per soddisfare i sogni di una ristretta elite di fortunati.

Solo 499 collezionisti, in cerca di esclusività e divertimento di guida, hanno il privilegio di ospitarne una in garage. Beati loro, che ogni mattina possono decidere di accendere le loro emozioni al ritmo melodico di questa "rossa", forte di 510 scalpitanti cavalli. Le prestazioni sono allineate a quelle della coupé da cui deriva, con accelerazione da 0 a 100 in 3"7 e 310 Km/h di velocità di punta.

Il suo temperamento viene però goduto a cielo aperto, in una cornice di impagabile fascino e seduzione. Basta guardarla da ferma per innamorarsene. La Ferrari Scuderia Spider 16M è immediatamente riconoscibile per la striscia longitudinale, disponibile in due varianti: la configurazione base era nera con contorno grigio, ma in alternativa si poteva optare per la classica bandiera tricolore.

Sulla griglia posteriore è presente una targhetta celebrativa, mentre al centro della plancia campeggia una piastra in argento che ricorda la serie limitata. Ulteriori contenuti caratteristici sono il roll bar con guscio esterno in carbonio e l'impianto audio specifico, di ultima generazione per la sua epoca. L'auto, che incarna la sapienza di casa Ferrari, è molto leggera: il suo peso a secco è di 1340 Kg, ottanta in meno della F430 Spider. Ancora oggi la 16 M ha un fascino magnetico e attuale, che ne fa una perla del "cavallino rampante".

  • shares
  • Mail