"Il display touch in auto è pericoloso": il tema in una mini riforma del Codice della Strada

Qualsiasi movimento o gesto che distoglie lo sguardo dalla strada e le mani dal volante è da considerarsi pericoloso

La sentenza del Tribunale di Karlsruhe, in Germania, sul divieto dell'uso di comandi touch sui display di infotainment, ha acceso un faro su quello che secondo molti esperti è una delle principali cause di incidenti mortali alla guida. Si tratta, dunque, di valutare la pericolosità di movimenti (come appunto la gestione di funzioni attraverso i menù del touchscreen) che distolgono lo sguardo dalla strada e inevitabilmente obbligano a muovere il corpo verso il centro della plancia.

In Italia mini riforma da discutere


In Italia è stata presentata una mini riforma del Codice della Strada che attende di essere discussa e votata alla Camera dei Deputati. Tra le diverse modifiche, ce ne sono alcune che riguardano proprio l'uso improprio dello smartphone e di altri device durante la guida. La mini riforma del Codice della Strada introduce nel dettaglio lo specifico ''divieto di uso di smartphone, computer portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l'allontanamento della mani dal volante''.

Ed è prevista una stretta sulle sanzioni che innalza per la prima violazione la multa a una somma compresa tra 422 e 1.697 euro, più la sospensione della patente da 7 giorni a 2 mesi e decurtazione di 5 punti dalla patente. Nel caso poi in cui lo stesso soggetto compia la medesima violazione nel corso di un biennio, la multa sale da 644 a 2.588 euro, con sospensione della patente da 1 a 3 mesi e decurtazione di 10 punti.

  • shares
  • Mail