Mazda MX-30: in arrivo la versione Mild Hybrid?

Attesa nel corso del 2021, l'inedita Mazda MX-30 M Hybrid adotterà la stessa tecnologia Mild Hybrid a propulsione ibrida da 24V della compatta Mazda 3


La gamma della SUV coupé Mazda MX-30 non resterà limitata all'attuale versione a propulsione elettrica da 144 CV di potenza, dotata del pacco delle batterie da 35,5 kWh che garantisce almeno 200 km di autonomia. Infatti, nel corso del prossimo anno, oltre alla configurazione EREV ad autonomia estesa con il motore rotativo Wankel, dovrebbe debuttare anche la declinazione Mild Hybrid da 24V.

Infatti, la Mazda MX-30 M Hybrid è stata esposta lo scorso 31 luglio all'edizione 2020 della kermesse giapponese Automobile Council, tenutosi presso il complesso fieristico Makuhari Messi della città di Chiba, nell'area metropolitana della capitale Tokyo. Nel corso di questo evento, il costruttore nipponico ha celebrato i cent'anni di attività, esponendo l'inedita versione Mild Hybrid a propulsione ibrida della MX-30 assieme a modelli storici di Mazda.

Le probabili caratteristiche tecniche


Stando alle indiscrezioni, la nuova Mazda MX-30 M Hybrid adotterà la stessa meccanica dell'omologa declinazione della compatta Mazda 3, con il propulsore a benzina 2.0 SkyActiv-G da 122 CV o 150 CV di potenza, dotato del sistema di disattivazione dei cilindri e abbinato all'unità elettrica da 7 CV di potenza che è alimentata dalla batteria agli ioni di litio da 0,17 kWh. In più, la SUV coupé potrà contare anche sulla trazione integrale AWD.

  • shares
  • Mail