Rolls-Royce: il microambiente più pulito sulle sue auto di lusso

Fra le tante coccole riservate ai clienti Rolls-Royce, ecco anche l'aria più sana nell'abitacolo dei gioielli dello spirito d'estasi

Nello sviluppo delle sue auto di lusso, gli ingegneri Rolls-Royce hanno cercato di elevare l'eccezionale qualità dell'aria all'interno dell'abitacolo, portandola a livelli di purezza mai visti prima. Utilizzando i più recenti sensori e la più evoluta tecnologia di filtraggio Nanofleece, il marchio dello "spirito d'estasi" ha creato il microambiente più pulito disponibile su un mezzo a quattro ruote.

Il nuovo Rolls-Royce Micro Environment Purification System (MEPS), che consente l'ottenimento del risultato, farà il suo debutto in società sulla nuova Ghost, attesa per l'autunno 2020.

Al bisogno di proteggere i clienti dalle particelle nocive di carbonio e dal polline, nonché da virus e contaminanti batterici, è stata data la massima importanza dal marchio d'oltremanica che, dal 2015, ha offerto nelle sue automobili lo stato dell'arte sul fronte delle apparecchiature per la filtrazione dell'aria.

Sulla nuova Rolls-Royce Ghost, sempre più vicina all'orizzonte, questa tecnologia è stata ulteriormente sviluppata per incorporare una serie completa di miglioramenti hardware e software, noti collettivamente come Micro Environment Purification System

Sono stati introdotti sensori di rilevamento di impurità altamente sensibili per rilevare la qualità dell'aria, attivando automaticamente la modalità ricircolo in presenza di livelli inaccettabili di contaminanti esterni. Il filtro Nanofleece è in grado di rimuovere quasi tutte le particelle ultra-sottili, virus e batteri, dal microambiente della Rolls-Royce, in meno di due minuti.

Dopo l'implementazione iniziale di questa tecnologia, in futuro i clienti saranno in grado di precondizionare da remoto la cabina della loro auto dello "spirito d'estasi" tramite l'app del veicolo, in vista del loro arrivo.

  • shares
  • Mail