Wetaxi e Samarcanda lanciano Connect

La nuova rete smart e Made In Italy senza vincoli di esclusiva o costi nascosti. Attiva a Roma dal 1 Luglio


Per aiutare il settore dei Taxi nella ripresa dopo lo stop dovuto alla crisi sanitaria del Coronavirus, Wetaxi e la cooperativa romana Samarcanda 06.5551 si sono riuniti per creare la rete Connect. Con partenza il 1 luglio nella Capitale, Connect ha l’obiettivo di creare una nuova flotta di taxi attraverso affiliazione diretta dei tassisti con l’aiuto di strumenti all’avanguardia per raggiungere sempre più clienti sul territorio.


Massimiliano Curto, CEO di Wetaxi e Fabrizio Finamore, Presidente di Samarcanda 06.5551, hanno spiegato:


“Connect nasce con l’intenzione di diventare un punto di riferimento per i tassisti che vogliono sentirsi parte di un progetto inclusivo e innovativo, che guarda al futuro e che assicura da una parte i servizi e l’esperienza di una cooperativa come Samarcanda, dall’altra la flessibilità, la tecnologia e la trasparenza della torinese Wetaxi”.



Per aderire alla rete Connect basterà scaricare l’app d e registrarsi. Non ci sono vincoli contrattuali o di esclusiva nei confronti della rete, né è prevista affiliazione a cooperative. La fee per i tassisti è fissa (1€ a corsa), mentre il canone di abbonamento di 2 euro a settimana diventa gratuito accettando i T&C di Connect.


Per i clienti, invece, sempre tramite l’app Wetaxi sarà possibile prenotare la propria corsa con Tariffa Massima Garantita e i passeggeri potranno conoscere in anticipo il prezzo massimo della corsa.  


“Con questa nuova iniziativa vogliamo essere protagonisti nel sostegno alla ripartenza del settore, dando ai tassisti l’opportunità di essere più competitivi e presenti sul mercato, offrendo gli strumenti smart necessari per servire quanti più clienti possibile”, sottolinea Massimiliano Curto, CEO di Wetaxi.  “Punti di forza di Connect sono senza dubbio la trasparenza sulle modalità di adesione e le garanzie offerte dalla rete: la collaborazione con Samarcanda dimostra come innovazione e tradizione possano unirsi in maniera armonica,confermando le potenzialità del Made in Italy”.


“Samarcanda è da sempre aperta all’innovazione: è stata la prima radiotaxi ad adottare una centrale a ricerca satellitare e dotare tutte le sue vetture di terminali POS avendo sempre garantito la massima qualità del servizio ai clienti. Adesso con Connect vogliamo dare ai tassisti che non  fanno parte di cooperative radiotaxi la possibilità di aderire ad un nuovo progetto di mobilità”, dichiara Fabrizio Finamore, Presidente di Samarcanda 06.5551.



Inoltre per i tassisti che aderiscono entro il 31 agosto a Connect è previsto l’azzeramento del canone di adesione e delle fee sulle corse per tutto il resto del 2020, l’installazione gratuita di divisori all’interno dei taxi (per i primi 100 iscritti) e la possibilità di accedere gratuitamente a WeCare, il programma di assistenza gratuito pensato per i tassisti che offre la polizza “Yolo Protezione Pandemia”che protegge dalle sindromi influenzali di natura pandemica.

  • shares
  • Mail