Kia rivoluziona il cambio manuale

In arrivo nei prossimi mesi il nuovo cambio by-wire pensato per i modelli elettrificati, con pedale fisicamente scollegato dalla frizione


Da tempo ormai il cambio manuale sembra in pericolo d’estinzione. La realtà ha però dimostrato che ancora avrà lunga vita, grazie soprattutto alla costante innovazione portata avanti dalle Case costruttrici con sistemi tecnologici come l’assistente per le partenze in salita o il sistema punta-tacco automatico. Ora è arrivato il momento di conoscere un nuovo sistema all'avanguardia che potrebbe estendere ulteriormente la vita del cambio manuale sulle nostre auto, specialmente di fronte all’avvento dell’elettrificazione: la frizione by-wire.


La prossima rivoluzione nei cambi manuali si chiama iMT (intelligent Manual Transmission) e Kia è il suo inventore. Si tratta di un sistema “by-wire”, sarebbe a dire senza connessione fisica con il pedale della frizione. Non è però una trasmissione robotizzata, si tratta bensì di una scatola del cambio manuale con la frizione controllata in forma elettromeccanica.

Come funziona



Il cambio manuale by-wire di Kia mantiene il terzo pedale e la marcia si cambia comunque muovendo una leva, ma il pedale sinistro non è più connesso fisicamente al sistema della frizione. Al posto della connessione meccanica (con cavo o idraulica) alla frizione, il pedale sinistro aziona un sensore e un potenziometro. Questi componenti elettronici danno il segnale a un sistema elettromeccanico posizionato nella scatola del cambio che accoppia o disaccoppia la frizione. Questo sistema è alimentato dalla stessa macchina elettrica (MHSG per Kia) che funge da appoggio al motore termico, da motore di avviamento e da alternatore, integrata nel sistema elettrico a 48 volt. Un sistema, dunque, disegnato per veicoli elettrificati.

Giù i consumi



Secondo Kia il sistema by-wire garantirebbe lo stesso ‘tatto’ di un cambio manuale tradizionale, grazie alla simulazione del punto di staccata della frizione. E tra l’altro garantirà un notevole miglioramento in termini di efficienza. Quando il guidatore, ad esempio, vorrà sfruttate il freno motore sollevando il piede dall’acceleratore con una marcia innestata, il motore si spegnerà automaticamente e la frizione rimarrà sconnessa. In questo modo l’auto potrà ‘planare’ senza resistenza, approfittando dell’energia cinetica. Una volta ripremuto l’acceleratore con il piede, il motore si riavvierà automaticamente e la frizione tornerà a collegarsi, posizionando il propulsore al regime adeguato grazie all’appoggio del MHSG.


Kia conta di introdurre il cambio by-wire nei prossimi mesi sulle nuove Rio e Ceed, abbinandolo alle versioni semi-ibride con il 1.0 turbo SmartStream e con il 1.6 CRDi EcoDynamics+.

  • shares
  • Mail