Mazda: 60 anni di auto per la famiglia

Da più di 60 anni Mazda produce delle auto da famiglia che abbinano praticità, stile e personalità, tutti elementi che contraddistinguono le vetture del Brand giapponese

Mazda ha sempre cercato di abbinare le doti di praticità con uno stile particolare, molto curato e mai banale. Lo fa, in particolar modo, da almeno 60 anni sulle sue vetture destinate alla famiglia, continuando ancora oggi una tradizione che può essere considerata una vanto per il Brand giapponese. In listino ci sono modelli come la Mazda6 e la Mazda CX-5, che evidenziano splendide linee esterne e interni dalla concezione innovativa, abbinati alla loro ottima dinamica di guida. Doti che sono un caposaldo della produzione di una Casa come Mazda. Ma in origine fu la Mazda R360 a iniziare questo filone.

Un tuffo nel passato


Abbiamo detto che tutto è iniziato nel 1960, grazie alla Mazda R360, una vettura lunga solo 2,98 metri, ma in grado di ospitare quattro persone, nonostante le dimensioni da pura microcar. Dominando il proprio segmento ha garantito un impatto importante nel fiorente mercato automobilistico giapponese, conquistando uno spazio importante per un marchio che sino ad allora era stato un Costruttore di soli veicoli commerciali. Negli anni e nei decenni successivi si sono susseguiti una lunga serie di modelli davvero interessanti.

Nel 1963, infatti, arriva la Mazda Familia/800/1000 che prese il testimone della R360 e della più avanzata Mazda Carol P360 del 1962. Inizialmente prodotta con carrozzeria wagon, la Familia ha soddisfatto la richiesta di un mix di praticità da piccolo furgone e di comfort da autovettura, con in più l'aggiunta di un temperamento sportivo e una linea personale firmata dagli stilisti della nota carrozzeria italiana Bertone. La Familia wagon ha raggiunto il vertice della propria categoria in Giappone con una quota di mercato del 44%. In questo modo Mazda ha ampliato la propria gamma con le varianti berlina e coupé e persino con un pick-up. La seconda generazione lanciata nel 1967 come Mazda 1000 fu tra i primi modelli del Marchio offerti in Europa. Con il nome Mazda 323 (dal 1977), la Familia avrebbe lasciato il segno fra le compatte per il resto del 20° secolo, e il suo spirito sopravvive oggi nella Mazda3, il cui attuale modello di quarta generazione è stato insignito del World Car Design of the Year 2020.

Breccia nel Vecchio Continente


Il primo modello che fece veramente breccia nel cuore degli europei è stata la Mazda 626 (1978) che negli anni ‘80 ha caratterizzato il Marchio come il più europeo tra quelli asiatici e che ha permesso la Mazda a conquistare nuovi record di vendite in mercati fondamentali come la Germania, dove è stata l'auto di importazione più venduta nel 1988 e nel 1989. La seconda generazione della 626 (1982) adottò una nuova piattaforma a trazione anteriore, garantendo più spazio nell'abitacolo, più comodità e aggiungendo alla gamma anche una spaziosa berlina a cinque porte e la motorizzazione diesel. La nuova generazione vinse in Giappone il premio Auto dell’Anno 1982. Con la terza generazione della 626 (1987), Mazda produsse anche una versione wagon a 7 posti e per alcuni mercati offrì la trazione integrale. Seguirono altre due generazioni della 626 prima di concludere la sua vita nel 2002 nella maggior parte del mondo.

L'attualità


L'erede della 626 fu lanciata nel 2002 e corrisponde alla prima generazione della Mazda6 nelle varianti wagon, berlina e hatchback, segnando il consolidamento dei modelli Mazda più grandi in un unico modello. Apprezzata per il suo design moderno e per la maneggevolezza sportiva, la Mazda6 è stata un successo istantaneo. La produzione complessiva ha raggiunto il milione di unità dopo solo quattro anni e due milioni nel 2010, con la sua seconda generazione. La Casa giapponese propose anche una versione a trazione integrale ad alte prestazioni, in Europa battezzata Mazd6 MPS, che era in grado di raggiungere i 240 km/h. Con l'attuale terza generazione (dal 2012), contraddistinta dai design Kodo e tecnologia Skyactiv, la Mazda6 è un vero fiore all'occhiello per le famiglie, soprattutto come wagon. I motori a benzina e diesel potenti ma efficienti insieme a un telaio raffinato e a generosi livelli di equipaggiamento la rendono un modello di tutto rispetto

  • shares
  • Mail