Hyundai Kona Electric: aumenta l'autonomia

Hyundai Kona Electric porta in dote degli aggiornamenti che le consentono di aumentare sensibilmente l'autonomia disponibile, inoltre migliorano i tempi di ricarica con un nuovo caricatore

Arriva un inatteso quanto gradito miglioramento per quanto riguarda l'autonomia a disposizione della Hyundai Kona Electric. Il SUV compatto coreano e a zero emissioni, migliora grazie all'introduzione, quanto mai efficace, di un set di nuovi pneumatici che fanno aumentare la percorrenza di 35 chilometri per la versione con batteria da 64 kWh. Si passa da 449 km a 484 km (ciclo medio combinato WLTP), che si traducono in 660 km di autonomia cittadina. Per quanto riguarda la versione da 39 kWh, adesso arriva ai 305 km di autonomia, per un equivalente di 435 km in ambito urbano.

Gli aggiornamenti


Il segreto di questo successo si riscontra nei nuovi pneumatici Michelin Primacy 4 che garantisco un eccellente vantaggio in termini di una minore resistenza al rotolamento, contribuendo alla riduzione del consumo di energia senza compromettere la guida della vettura. I clienti che scelgono Kona Electric possono percorrere, così, delle distanze ancora maggiori con una singola ricarica della batteria, arrivando ad avere un'autonomia da record nel segmento. Dopo questi aggiornamenti, la gamma di Kona Electric aggiunge i nuovi allestimenti XPRIME+ ed EXELLENCE+. A partire da giugno, tutti i nuovi modelli verranno equipaggiati con questi pneumatici. Non è la sola novità prevista per questo modello, infatti Kona Electric ha ricevuto ulteriori aggiornamenti nel Model Year 2020 e dispone di un caricatore di bordo trifase da 10,5 kW che permette di accorciare i tempi di ricarica utilizzando colonnine trifase in corrente alternata o una wallbox domestica compatibile (100% di ricarica in 4 ore e 50 minuti per la versione da 39 kWh e 7 ore e 30 minuti per quella da 64 kWh).

Aumento della produzione


A fronte di una richiesta sempre maggiore, da parte dei clienti europei, di veicoli elettrici, Hyundai ha incrementato la sua produzione di Kona Electric con l'obiettivo di ridurre notevolmente i tempi di consegna. Da marzo 2020 è stata inaugurata la produzione del SUV-B elettrico nello stabilimento in Repubblica Ceca ed è stata aumentata anche quella dello stabilimento di Ulsan, in Corea del Sud. Hyundai produrrà in totale nel 2020 oltre 80.000 unità di veicoli a zero emissioni per il Vecchio Continente, tra cui Kona Electric, IONIQ Electric e il SUV a idrogeno NEXO.

  • shares
  • Mail