Nuova Honda Jazz: legame con la F1

La nuova Honda Jazz presenta un sistema ibrido che deriva direttamente dall'esperienza coltivata negli ultimi anni da Honda in Formula 1

Potrebbe suonare strano, la Honda Jazz e la Formula 1, ma non è così. La nuova generazione della compatta nipponica ha invece un legame vicino proprio con la massima espressione del Motorsport, dato che Honda è attualmente presente fornendo motori a due scuderie importanti come la Red Bull e l'AlphaTauri. L'esperienza accumulata in questo settore è stata fondamentale per il programma Hybrid Power Unit, per migliorare l'efficienza energetica del sistema ibrido e:HEV, di cui dispone la nuova Honda Jazz.

Il propulsore da F1


In F1 Honda utilizza un propulsore che porta la sigla RA620H, formato da un motore a combustione interna a sei cilindri da 1.600cc ad alta efficienza, combinato con un sistema di recupero dell'energia. Questo sistema ibrido recupera l'energia prodotta dai freni e dai gas di scarico per dar vita a una spinta straordinaria in fase di accelerazione e limitare proverbiale turbo lag, il ritardo del turbo. Gli ingegneri Honda di Formula 1, durante le corse, valutano costantemente il rapporto tra energia recuperata e quella impiegata dal sistema ibrido, per offrire le migliori prestazioni possibili in ogni condizione. Questa grande esperienza accumulata è la principale fonte d'ispirazione nello sviluppo degli avanzati propulsori e:HEV, che fanno parte della nuova gamma di modelli ibridi del Costruttore giapponese, compresa la Honda Jazz. Il suo sistema ibrido e:HEV recupera l'energia per ricaricare la batteria e sostenere la potenza del motore, confezionando un'esperienza di guida piacevole ed efficiente, con un passaggio fluido ed impercettibile tra una modalità di guida e l'altra.

Sistema e:HEV


Il sistema e:HEV pensato proprio per la Jazz ha a disposizione due potenti motori elettrici compatti collegati ad un motore a benzina i-VTEC DOHC da 1.5 litri, una batteria agli ioni di litio e una trasmissione a rapporto fisso che si attiva tramite un'unità intelligente di controllo della potenza (PCU). Per rendere l'esperienza di guida più coinvolgente sono presenti varie modalità di guida:


  • Modalità EV Drive: la batteria agli ioni di litio alimenta direttamente il propulsore elettrico;

  • Modalità Hybrid Drive: il motore endotermico alimenta il generatore elettrico, che a sua volta alimenta il motore a propulsione elettrica;

  • Modalità Engine Drive: il motore a benzina è collegato direttamente alle ruote tramite una frizione lock-up (di blocco);

  • shares
  • Mail