Tesla: slitta la Roadster, le priorità sono altre

Elon Musk ha fatto sapere che prima verranno la Model Y, il Cybertruck e la giga-factory di Berlino

Tesla Roadster

In teoria il 2020 doveva essere l’anno in cui Tesla avrebbe lanciato la nuova impressionante Roadster, la sportiva elettrica con cui la marca di Elon Musk aveva promesso di sfidare le super sportive più veloci al mondo.


Tutto al condizionale perché, secondo le stesse parole del magnate sudafricano, le priorità di Tesla sono ora dettate dai contrattempi emersi per la pandemia del Coronavirus e che faranno si che la nuova Tesla Roadster si farà attendere più del previsto.


Tesla Roadster

Priorità alla Model Y e al Cybertruck


In un’intervista nel podcast di Rogan (lo stesso dove, qualche tempo fa, fece scandalo fumando uno spinello di marijuana) Musk ha parlato del presente e del futuro di Tesla e ha criticato duramente le misure di quarantena imposte da alcuni stati USA, qualificandole come “incostituzionali”.


Ma la parte più interessante di questa conversazione è arrivata quando Rogan ha domandato al numero uno di Tesla quando si potrà comprare una Roadster. La risposta di Musk è stata vaga, affermando di non essere in grado ancora di fornire una data esatta. Di fatto Musk ha espresso chiaramente che le priorità di Tesla attualmente sono altre: da un lato l’accelerazione nella produzione della nuova Model Y e dall’altro la costruzione del nuovo stabilimento di Berlino, che oltretutto ha già ha dovuto affrontare una notevole quanto di ostacoli al di là del Coronavirus.


Tesla Roadster 0-96 kmh in 1,9 secondi

Secondo Elon Musk “la Roadster è come un dessert, prima va consumata la carne, le patate, le verdure e tutto il resto”. Nella roadmap dei nuovi lanci Tesla viene prima, infatti, perfino il Cybertruck. Infatti solo una volta iniziata la produzione del pick-up elettrico Tesla si dedicherà allo sviluppo della Roadster. Calcolando che, almeno al momento, lo sbarco sui mercati del Cybertruck è previsto per la fine del 2021 e l’inizio del 2022, è chiaro che bisognerà aspettare ancora qualche anno per vedere su strada la sportiva di Tesla.

  • shares
  • Mail