F1, GP Virtuale di Cina: Leclerc vince ancora

Prosegue il campionato di F1 viturale, il GP di Cina è stato vinto ancora una volta da Charles Leclerc, che ha la meglio su Alexander Albon.

In questo particolare periodo, in cui anche lo sport è stato messo da parte, ci hanno pensato i videogiochi a ricordarci, seppur in modo vago, perché in tanti sono appassionati alla Formula 1. La squadra di Sky Sport F1 sta organizzando una buona struttura di intrattenimento con tutto il team che di solito viaggia in tutto il mondo per seguire il Circus, così per immergersi al meglio nella realtà virtuale ci sono le telecronache ufficiali, analisi e interventi specializzati. In più a correre ci sono alcuni piloti che attualmente sono presenti nella griglia di partenza del Campionato di F1, e altri che ne hanno fatto parte, più vari ospiti speciali. Nel GP di Cina una delle gradite new entry è stato Ciro Immobile, attaccante della Lazio e attuale capocannoniere della Serie A.

Resoconto della gara


Farà piacere a tutti i tifosi della Ferrari sapere che Charles Leclerc non ha perso il suo smalto nemmeno davanti a un videogioco. Infatti il pilota monegasco coglie un'altra vittoria di questo campionato virtuale, imponendosi nel GP di Cina a bordo della sua Ferrari numero 16. Alle sue spalle si sono piazzati Alexander Albon, con la sua fedele Red Bull, e Guanyu Zhou su Renault, che ha saputo sfruttare una penalità inflitta a Stoffel Vandoorne. Al quarto posto George Russell con la Williams, come accade nel campionato reale, mentre Carlos Sainz non va oltre il decimo posto con la Mclaren. Ciro Immobile, al suo debutto in questo videogame, non va oltre il diciassettesimo posto, finendo la gara dietro al suo compagno di squadra nella Lazio, Correa. Prosegue quindi questa avventura videoludica, fatta per intrattenere al meglio e con molte risate coloro che aspettano in gloria la F1, sapendo bene che le gare reali sono tutta un'altra cosa. Il videogame che hanno usato finora è F1 2019, sviluppato dalla Codemasters e aggiornato con le vetture e le livree del 2020.

  • shares
  • Mail