Gran Premio Nuvolari 2020: confermato per settembre

A Mantova, anche quest'anno, si ritroveranno tante auto storiche da sogno, provenienti da ogni angolo del mondo, per il Gran Premio Nuvolari 2020, confermato nonostante il Coronavirus

Anche se il lavoro degli organizzatori è stato rallentato dall'emergenza epidemiologica da Covid-19, il Gran Premio Nuvolari 2020 vede confermate le sue date. L'evento, in programma dal 17 al 20 settembre, non dovrebbe quindi slittare, ma bisognerà tener conto dell'evoluzione del quadro sanitario.

Questa kermesse motoristica, giunta alla trentesima edizione, raduna ogni anno splendide auto storiche, portandole a spasso in memoria di Tazio Nuvolari. Da sempre, la gran parte degli equipaggi ai nastri di partenza sono stranieri, a riprova della bontà della formula, che richiama a Mantova fior di collezionisti, sui loro gioielli vintage firmati da case automobilistiche prestigiose come Ferrari, Maserati, Alfa Romeo, Lancia, Jaguar, Aston Martin, Bentley, Bugatti, Mercedes e Porsche, solo per citarne alcune.

Coronavirus permettendo, si annuncia ancora una volta un grande rendez-vous motoristico, per scrivere una nuova pagina di una nobile tradizione. Ogni anno il Gran Premio Nuvolari chiama a raccolta splendide vetture d'annata, costruite tra il 1919 e il 1972, per onorare l'indimenticabile mito di "Nivola", considerato da molti il miglior pilota di tutti i tempi.

Il pubblico -se l'emergenza epidemiologica da Covid-19 mollerà la presa- potrà godersi una parata di auto preziose (e a volte leggendarie) che, con le loro carrozzerie perfettamente conservate, regaleranno il piacere di immergersi nella storia delle quattro ruote, dal primo dopoguerra ai mitici anni '70, passando per lo stile inconfondibile della Dolce Vita. 

Ricordiamo che il Gran Premio Nuvolari è un evento internazionale di regolarità per vetture storiche. L'edizione 2020 si svilupperà in tre tappe, lungo la direttrice classica e più apprezzata dai partecipanti: Mantova-Rimini-Siena-Rimini-Mantova. Il rientro alla base avverrà dopo 1.000 chilometri e si chiuderà con il pranzo dell'arrivederci servito tra le mura di Palazzo Ducale e la cerimonia di premiazione al Teatro Bibiena.

  • shares
  • Mail