Le Mazda CX-30 ed MX-30 vincono ai Red Dot Design Awards 2020

Doppia affermazione Mazda ai Red Dot, grazie alle CX-30 ed MX-30, che si impongono per bellezza e funzionalità

Successo importante per le nuove Mazda CX-30 ed MX-30, che si sono aggiudicate il "Red Dot: Product Design 2020" nell'ambito dei prestigiosi Red Dot Design Awards, che rappresentano uno dei più importanti premi di design a livello mondiale. Per la casa giapponese una doppia affermazione che stampa il sorriso nel volto dei suoi uomini, protagonisti della performance grazie alle doti stilistiche del SUV compatto e della prima auto completamente elettrica del marchio.

Nell'impostazione della Mazda CX-30, i progettisti hanno fatto appello alla filosofia del Kodo design, che si appropria dei valori creativi del Sol Levante, declinati in chiave contemporanea e tradotti in scelte dialettiche ispirate al principio del "less is more", che ha prodotto la nascita di linee semplici, pulite e gradevoli, avallando la ricerca nipponica della purezza, in un quadro espressivo molto originale.

Ecco la parole di Jo Stenuit (direttore del design europeo di Mazda): "I nostri progettisti, con questo modello, hanno dato vita a un mezzo dal look dinamico ma elegante, sobrio ma vitale. Il risultato? Un'automobile che si muove emotivamente". Il suo abitacolo, di alta qualità, è incentrato sull'uomo, combinando l'eccellenza ergonomica con la tecnologia all'avanguardia.

Quest'ultima è una nota genetica della Mazda MX-30, che ha raddoppiato la gloria del costruttore giapponese nell'edizione 2020 dei Red Dot Design Awards, vincendo l'altro Product Design. Il crossover compatto ed elettrico, pur mantenendo le forme "artigianali" del design Kodo, si tuffa verso un'esplorazione estetica più moderna, che si concentra sui valori futuristici e sugli stili di vita in via di radicamento.

L'approccio scelto viene illustrato meglio dal suo chief designer Youichi Matsuda: "L'esterno è intransigentemente semplice, per enfatizzare la sua bellezza, che prende forma da una massa solida e scultorea. Il design della cabina - con il suo tetto incorniciato e le porte freestyle - incarna un'immagine di leggerezza e incorpora in modo proattivo la sostenibilità come elemento per i materiali interni. All'inizio di un'era di grande cambiamento, vogliamo che la Mazda MX-30 mostri alla gente che le nostre auto possono ancora offrire pura gioia di guidare".

Le Mazda CX-30 ed MX-30 fanno crescere il palmares del costruttore orientale sul fronte della bellezza ed hanno conquistato la giuria non solo per la loro estetica, ma anche per la loro straordinaria funzionalità, che stabilisce i nuovi standard nel loro segmento, come afferma il professor Dr. Peter Zec, fondatore e CEO di Red Dot.

  • shares
  • Mail