Ferrari Challenge: rinvio delle gare di Indianapolis e Snetterton per Covid-19

Quello del "cavallino rampante" è un mito fatto di corse, emozioni, bellezza, tecnologia, ma anche di senso di responsabilità, ecco perché slittano gli eventi del Ferrari Challenge

Anche negli Stati Uniti le gare subiscono rinvii a causa del Coronavirus: non fa eccezione il terzo round del Ferrari Challenge North America, previsto a Indianapolis dal 17 al 19 aprile, che è stato posticipato a data da destinarsi.

L'emergenza epidemiologica da Covid-19 modifica pure il calendario della serie UK, portando al rinvio della gara di apertura del monomarca del Regno Unito, originariamente fissata nello stesso weekend di quella a stelle e strisce, sul circuito di Snetterton. Anche in questo caso non si conosce la nuova data, la cui scelta terrà conto dell'evoluzione della situazione sanitaria, per mettere in sicurezza tutte le persone coinvolte.

Protagonista del Ferrari Challenge 2020 sarà la Ferrari 488 Challenge EVO, che porta a un nuovo livello le performance della supercar destinata a queste serie, grazie a un kit di aggiornamento che migliora le prestazioni e la guidabilità del modello.

Gli interventi progettati dai tecnici hanno massimizzato la sinergia tra aerodinamica e dinamica veicolo. Un contributo importante alla qualità dell'handling giunge dall'incremento della deportanza e dal nuovo sviluppo degli pneumatici Pirelli. Affinati anche i sistemi di controllo E-Diff3 e F1-TCS basati sullo Side Slip Control (SSC).

Il disegno della Ferrari 488 Challenge EVO, che ha portato ad una profonda rivisitazione dell'aerodinamica soprattutto nella parte anteriore, si è tradotto in un incremento di efficienza del 30% rispetto allo step precedente. Novità importanti hanno interessato anche l'impianto frenante, per mantenere costante il loro rendimento nel tempo. Il motore non ha subito modifiche e resta quello ad 8 cilindri di 3.9 litri con 670 cavalli della precedente Ferrari 488 Challenge. 

  • shares
  • Mail